Una spettatrice come tante
Un
Il fronte della repressione
Uno scandalo che ha coinvolto l'ex vicepresidente cinese
Una misteriosa scomparsa
Fine della storia?
Una conversazione con il presidente del CIO
Prove che fosse in vita
La WTA è scettica
Il presidente non è ancora convinto
Un silenzio durato diverse settimane
Peng Shuai contro Zhang Gaoli
Commenti censurati dalle autorità cinesi
Cosa è successo a Peng Shuai?
#WhereIsPengShuai
Le leggende del tennis erano preoccupate
E all'improvviso, un'e-mail...
“Mi stavo solo riposando a casa”
Una posizione complicata, ma chiara
Parole dure
L'appello alla vigilanza
CGTN, un media boicottato nel Regno Unito
Costretto a rilasciare una falsa confessione
Peng Shuai, campionessa di tennis nel doppio
Numero 1 al mondo nel doppio femminile nel 2014
La sua ultima apparizione in un torneo di tennis risale al 2020
Una polemica nel 2018
Un tentativo di corruzione
Cosa accadrà ora?
Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(1/30)
Una spettatrice come tante

Celebrità di tutto il mondo si sono riunite a Pechino per celebrare le Olimpiadi invernali del 2022. Ma è stata la presenza di Peng Shuai a catturare tutta l'attenzione della stampa. Qualche mese fa la tennista è stata al centro di un caso legato a quello che viene chiamato il "movimento #MeToo cinese ".

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(2/30)
Un "malinteso"

La tre volte campionessa olimpica, qui con il presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Thomas Bach, ha rilasciato un'intervista al quotidiano L'Equipe all'inizio di questa settimana. Un'intervista che ha avuto luogo sotto la supervisione di un rappresentante olimpico cinese. Peng Shuai afferma che le accuse di abusi sessuali che ha reso pubbliche lo scorso novembre sono state in realtà "un malinteso".

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(3/30)
Il fronte della repressione

Da novembre 2021, le accuse, la scomparsa e l'improvvisa ricomparsa di Peng Shuai avevano attirato l'attenzione di molti attivisti per i diritti umani in Occidente. È apparsa il 3 febbraio in un'udienza del Congresso degli Stati Uniti intitolata "Le Olimpiadi di Pechino e le facce della repressione".

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(4/30)
"Dov'è Peng Shuai?"

Nel frattempo, i manifestanti cinesi anti-governativi  sono stati visti indossare magliette con scritte su Peng Shuai durante gli Australian Open lo scorso gennaio.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(5/30)
Uno scandalo che ha coinvolto l'ex vicepresidente cinese

Nonostante gli sforzi della Cina per insabbiare lo scandalo, le accuse della tennista contro l'ex vicepremier cinese Zhang Gaoli sono ancora oggetto di speculazioni in tutto il mondo.

Continua a leggere per saperne di più sulla misteriosa scomparsa della star del tennis cinese a novembre.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(6/30)
Una misteriosa scomparsa

Peng Shuai è improvvisamente scomparsa dai radar nel novembre 2021. All'epoca, il mondo occidentale si chiedeva dove fosse. Tutti i sospetti cadevano sul governo cinese: ci si chiedeva se l'avesse messa in prigione, o molto peggio.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(7/30)
Fine della storia?

Anche dopo che Peng è stato avvistata a un torneo juniores a Pechino (nella foto) il 21 novembre, erano molte le domande ancora nell'aria. Immagini come questa sono state ampiamente riportate dai media statali cinesi.

Immagine: Weibo China Open

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(8/30)
Una conversazione con il presidente del CIO

Domenica 21 novembre il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) Thomas Bach ha parlato per videochiamata con la giocatrice cinese. Peng Shuai avrebbe spiegato “che si trovava al sicuro e godeva di buona salute, che viveva in casa a Pechino, ma che voleva che la sua privacy fosse per il momento rispettata”, aveva indicato il CIO in un comunicato.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(9/30)
Prove che fosse in vita

Il giorno prima della conversazione, Hu Xijin, un giornalista con stretti legami con il governo cinese, ha pubblicato un video di Peng Shuai mentre cenava in un ristorante con il suo allenatore. Nel video, la conversazione al tavolo fa emergere la data della registrazione, una curiosità che ha generato più domande che risposte.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(10/30)
La WTA è scettica

Uno dei più scettici per quanto riguarda il video e l'improvvisa ricomparsa di Peng Shuai è stato Steve Simon, presidente e CEO della Women's Tennis Association (WTA). "Sebbene sia positivo vederla, non è certo che sia libera e in grado di prendere decisioni e agire da sola, senza coercizione o interferenze esterne", aveva detto il presidente.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(11/30)
Il presidente non è ancora convinto

"Questo video non cambia la nostra richiesta di un'indagine completa, equa e trasparente, senza censura, sulla sua accusa di aggressione sessuale, che è la questione che ha suscitato la nostra preoccupazione iniziale", ha affermato Simon, nella foto qui durante le finali WTA a Shenzhen, in Cina, nel 2019.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(12/30)
Un silenzio durato diverse settimane

Le accuse di aggressione avanzate da Peng Shuai hanno acceso tensioni diplomatiche per diverse settimane. Il 2 novembre la tennista non ha dato alcun segno di vita dopo aver sporto pesanti accuse contro un membro molto importante della gerarchia del potere cinese. Questo silenzio è stata una prova sufficiente, almeno per i media occidentali, del fatto che la campionessa di tennis fosse "scomparsa".

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(13/30)
Peng Shuai contro Zhang Gaoli

La campionessa 35enne aveva pubblicamente accusato di abusi uno dei leader del suo Paese. Tramite il suo account Weibo, l'equivalente di Twitter in Cina, aveva rivelato di aver subito molteplici abusi da  Zhang Gaoli, l'ex vice primo ministro cinese.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(14/30)
Commenti censurati dalle autorità cinesi

"E anche se sono un David che attacca Golia, o una falena che va verso la una fiamma, correndo verso la mia autodistruzione, dirò la verità su di te", aveva scritto in particolare nei suoi post. Ma rapidamente, i messaggi sono stati cancellati dalle autorità locali. Oggi ogni riferimento al caso è censurato online in Cina.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(15/30)
Cosa è successo a Peng Shuai?

Nasce così il mistero di Peng Shuai. I media occidentali avevano iniziato a sospettare che il governo cinese avesse adottato quelle misure repressive che le organizzazioni umanitarie avevano precedentemente segnalato. Peng Shuai è stata in arresto?

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(16/30)
#WhereIsPengShuai

Vista la preoccupante situazione, gli hashtag #WhereIsPengShuai e poi #FreePengShuai sono diventati virali sui social network. Gli internauti, ma anche i tennisti, avevano postato online le loro paure. La campionessa Naomi Osaka si è detta "scioccata" dalla situazione.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(17/30)
Le leggende del tennis erano preoccupate

"Conosco Peng da quando aveva 14 anni, dovremmo essere tutti preoccupati, è una cosa seria, dov'è?" È al sicuro? Qualsiasi informazione sarebbe apprezzata", ha risposto l'ex giocatore americano Chris Evert.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(18/30)
E all'improvviso, un'e-mail...

Contro ogni aspettativa, mercoledì 17 novembre, il canale televisivo di Stato cinese CGTN aveva pubblicato una mail che sarebbe stata scritta dalla stessa tennista, all'attenzione del boss dell'Association of Tennis Players (WTA), Steve Simon. Ma l'autenticità dell'e-mail solleva dubbi...

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(19/30)
“Mi stavo solo riposando a casa”

L'e-mail diceva: " Ciao a tutti, sono Peng Shuai. Le informazioni, in particolare riguardanti l'accusa di violenza sessuale, sono false. Io non sono né in arresto né in pericolo. Stavo solo riposando a casa, va tutto bene. Grazie ancora per avermi ascoltato. »

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(20/30)
Una posizione complicata, ma chiara

L'incidente ha influito sulle relazioni tra la Women's Tennis Association e la Repubblica popolare cinese. Dopo la pubblicazione dell'e-mail, Steve Simon si è detto pronto a boicottare il paese se la WTA non avesse ottenuto una risposta chiara.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(21/30)
Parole dure

"Se, alla fine, non avremo le prove che chiediamo, saremo pronti a cessare le nostre attività in Cina", ha detto il presidente della WTA al New York Times.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(22/30)
L'appello alla vigilanza

Anche William Nee, membro dell'Associazione dei difensori dei diritti umani in Cina, ha chiesto di vigilare sull'autenticità di questa famosa e-mail. Ha detto al Guardian che "il governo cinese ha una lunga storia di detenzione arbitraria di persone coinvolte in casi controversi, controllando la loro capacità di parlare liberamente e forzando dichiarazioni".

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(23/30)
CGTN, un media boicottato nel Regno Unito

CGTN, il canale televisivo che ha pubblicato l'e-mail di Peng Shuai, ha perso la sua licenza di trasmissione nel Regno Unito all'inizio del 2021 dopo aver diffuso la falsa confessione di Peter Humphrey, un giornalista britannico detenuto in Cina.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(24/30)
Costretto a rilasciare una falsa confessione

Nel 2013, l'ex giornalista di Reuters è stato costretto a rilasciare una falsa confessione andata in onda sulla televisione cinese mentre era " rinchiuso in una gabbia, ammanettato, legato a una sedia di metallo ", ha detto Humphrey.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(25/30)
Peng Shuai, campionessa di tennis nel doppio

Se non sei un fan del tennis, potresti non conoscere questa campione. Eppure la giocatrice cinese ha già vinto un Grande Slam per due anni di seguito. È nel doppio che brilla la giovane donna. Con la sua compagna taiwanese Hsieh Su-wei, ha vinto il doppio femminile a Wimbledon nel 2013, poi quello del Roland Garros l'anno successivo.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(26/30)
Numero 1 al mondo nel doppio femminile nel 2014

La tennista è diventata la numero 1 mondiale nella sua disciplina nel febbraio 2014 ed è rimasta tale per venti settimane. È la prima giocatrice cinese a raggiungere questo livello e una star nel suo paese.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(27/30)
La sua ultima apparizione in un torneo di tennis risale al 2020

In totale, Peng Shuai ha vinto 24 tornei di doppio e 4 di singolo. Oggi 35enne, non gioca in un torneo WTA da febbraio 2020. Ha poi perso al secondo turno in doppio al Qatar Total Open di Doha.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(28/30)
Una polemica nel 2018

Peng Shuai è stata sospesa per 6 mesi nel 2018 dalla TIU (Tennis Integrity Unit) e ha ricevuto una multa di 10.000 € per aver tentato di costringere la sua partner di doppio di allora, la belga Alison Van Uytvack, a ritirarsi da Wimbledon nel 2017...

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(29/30)
Un tentativo di corruzione

La tennista belga ha spiegato: “È successo durante le qualificazioni. Il mio ex allenatore Alain De Vos ed io siamo stati molestati giorno e notte da Peng Shuai che voleva che mi ritirassi dal doppio. Voleva giocare con Mirza quando il termine d'iscrizione era già scaduto. Peng Shuai e il suo allenatore hanno voluto offrire una ricompensa finanziaria alla giocatrice belga in cambio del suo ritiro dal doppio femminile di Wimbledon. Le due giocatrici, comunque, sarebbero tornate a giocare insieme.

Peng Shuai riappare durante i Giochi invernali di Pechino
(30/30)
Cosa accadrà ora?

Ora possiamo solo speculare su cosa sia successo dietro le quinte con Peng Shuai. Si può solo sperare che un giorno venga fuori la verità, ma, cosa più importante, che, in un modo o nell'altro, si riconosca la responsabilità degli uomini potenti che sfruttano la loro posizione per abusare delle donne.

Más para ti