Omicron: l'ottimismo dietro la paura della nuova variante del coronavirus

Attenzione: non facciamoci prendere dal panico
Molto contagiosa, ma con sintomi più lievi
Un maggior numero di ricoveri e decessi
Contagiarsi di nuovo? È possibile
Ma i vaccini servono
Se la variante Omicron rimpiazzasse la Delta, potremmo essere arrivati alla fine della pandemia
Un'evoluzione virale logica
Il Covid-19 diventerà un raffreddore
Notizie dal Sud Africa
Ma aspettiamo a cantar vittoria
I bambini e la variante Omicron
Vaccinazione infantile
Omicron, quest'incognita
Vacciniamo nei paesi più poveri
La fine della pandemia
Attenzione a ciò che ci riserva Omicron
Attenzione: non facciamoci prendere dal panico

La variante Omicron e le varie mutazioni del Covid-19 rinnovano timori e generano nuove incertezze sull'evoluzione della pandemia. Eppure, con tutte le sue incognite, ciò che sappiamo finora di questa variante potrebbe rappresentare un mix di buone e cattive notizie: addirittura, secondo alcuni esperti, se Omicron diventasse la versione dominante del coronavirus potrebbe finalmente aprirsi uno spiraglio di luce alla fine del tunnel.

Molto contagiosa, ma con sintomi più lievi

Lo scorso 8 dicembre Tedros Adhanom, Direttore dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, ha mostrato i dati preliminari relativi a Omicron, sottolineandone due importanti caratteristiche: l'elevatissima trasmissibilità (superiore a quella della variante Delta) e una certa leggerezza nei sintomi che provoca.

Un maggior numero di ricoveri e decessi

L'OMS avverte che l'arrivo della variante Omicron e il suo rapidissimo diffondersi determineranno un aumento dei ricoveri e dei decessi a livello mondiale. Per pura e semplice statistica, sembra logico aspettarsi che, se ci saranno più contagi, inevitabilmente ci saranno anche più casi gravi, soprattutto in un pianeta in cui i paesi più poveri continuano a presentare un ridotto tasso di vaccinazione.

Contagiarsi di nuovo? È possibile

Anche se non è stato ancora possibile effettuare uno studio approfondito sulla nuova variante, la ricerca è in corso e i primi dati mostrano che, effettivamente, Omicron eluda l’immunità derivata dal vaccino o dall’aver avuto il COVID-19. Ciò significa che è possibile che un individuo guarito da Covid-19 o vaccinato possa ammalarsi nuovamente.

Ma i vaccini servono

I vaccini, tuttavia, ci offrono una protezione significativa contro il Covid-19, anzi, sono l'unica protezione efficace di cui disponiamo per evitare il contagio o per attenuarne gli effetti. Ci rassicura al rispetto anche l'azienda farmaceutica Pfizer, annunciando che, secondo i dati in suo possesso, tre dosi di vaccino possono neutralizzare la variante Omicron.

Se la variante Omicron rimpiazzasse la Delta, potremmo essere arrivati alla fine della pandemia

La buona notizia? Se si confermassero le due caratteristiche principali della variante Omicron, ovvero il provocare sintomi lievi e la rapidissima trasmissibilità, e questa variante subentrasse come dominante alla Delta, saremmo forse autorizzati ad un certo ottimismo: in questa nuova ipotetica fase potremmo trovarci di fronte a un Covid grave, sí, ma non più letale.

Un'evoluzione virale logica

Del resto, fin dal principio gli scienziati e gli epidemiologi hanno segnalato come la normale evoluzione dei virus sia quella che li porta a una minore letalità: sembra strano, ma per un virus l'evoluzione positiva è quella che prevede il non uccidere chi offre loro "vitto e alloggio".

Il Covid-19 diventerà un raffreddore

Pertanto lo scenario scientifico più ottimistico delinea un futuro in cui il Covid-19 assomigli ad un raffreddore o ad un'influenza e in cui sia possibile convivere con il coronavirus senza dover adottare provvedimenti di emergenza.

Notizie dal Sud Africa

Esperti dal Sud Africa, luogo in cui è stata individuata, sostengono che la variante Omicron non è più grave delle altre varianti. La dottoressa Angelique Coetzee, presidentessa dell'Associazione Medica del Sud Africa, ha dichiarato alla BBC che ciò che hanno osservato sono, in generale, "sintomi molto lievi".

Ma aspettiamo a cantar vittoria

Ciononostante, l'OMS ha avvertito che saranno necessarie settimane di studi rigorosi e di raccolta massiccia di dati per poter definire esattamente l'impatto di Omicron. E c'è ancora una brutta notizia che può essere confermata (o meno).

I bambini e la variante Omicron

La variante Omicron attacca i bambini? Li manda in ospedale? Dal Sud Africa, inizialmente, erano arrivate notizie allarmanti riguardanti l'elevato tasso di casi gravi tra la popolazione infantile, ma non se ne sa molto altro.

Vaccinazione infantile

Alcuni paesi (come gli Stati Uniti, la Spagna o l'Italia) hanno già avviato programmi di vaccinazione per le bambine e i bambini, come protezione contro un'eventuale variante più aggressiva, ma soprattutto per rendere più difficile la trasmissione del virus.

Omicron, quest'incognita

Ogni nuova variante rappresenta, al tempo stesso, un'incognita e un pericolo. È per questo che l'OMS esorta a una vaccinazione di massa in tutto il mondo per evitare ulteriori mutazioni del virus.

Vacciniamo nei paesi più poveri

Il difficile e lento accesso ai vaccini dei paesi più poveri potrebbe rappresentare un deterrente significativo per la lotta contro il Covid-19. Immunizzare la loro popolazione rappresenta un'intervento necessario. In caso contrario, potrebbe accadere come con Omicron, dietro la cui origine (anche se ci sono diverse ipotesi) sembrerebbe esserci una mutazione verificatasi nell'organismo di un individuo sieropositivo. Con l'espandersi del virus e l'ineguaglianza nella distribuzione dei vaccini, il Covid potrebbe trovare terreni sempre più fertili dove svilupparsi.

La fine della pandemia

Non ci resta che sperare che, in un modo o nell'altro, la pandemia prima o poi finisca, ma, grazie ai vaccini, questa sua fine è sempre più vicina e ci sono meno morti. Per il momento, dobbiamo convivere con il Covid e, soprattutto, con la mascherina: nei luoghi al chiuso o affollati rappresenta un efficace strumento di prevenzione e di protezione.

 

Attenzione a ciò che ci riserva Omicron

La scienza è l'unica risposta alla pandemia: i vaccini funzionano e possiamo già contare su qualche trattamento per il Covid grave che sta riducendo il numero dei decessi. Qualunque cosa accada con Omicron, una cosa è certa: solo il sapere può salvarci.

 

Más para ti