Le 5 teorie della cospirazione a cui si rifà Putin per giustificare l'invasione dell'Ucraina

Cinque teorie della cospirazione
1.
Tutti vogliono un pezzo di Russia
2.
Paura del confine occidentale
3.
4.
5.
Affermazioni sulle armi biologiche ucraine
Cosa ne pensano i russi di questo?
Difficile da valutare dall'esterno
La Z significa che sono pro-Putin
Chi è contrario deve tacere
Repressi i partiti di opposizione
Cinque teorie della cospirazione

Qualunque cosa possa dire il mondo, Vladimir Putin è convinto che la sua guerra in Ucraina sia giustificata. Secondo lo storico dei media russo Ilya Yablokov, il Cremlino usa cinque teorie del complotto per giustificare l'invasione. Li ha elencati in un editoriale per il New York Times.

1. "L'Occidente vuole spartirsi il territorio della Russia"

La prima delle cinque teorie elencate da Yablokov è che "l'Occidente vuole spartirsi il territorio della Russia".

Immagine: Egor Filin/Unsplash

Tutti vogliono un pezzo di Russia

Secondo l'articolo Putin è convinto che "tutti" vogliano un pezzo di Russia. Evoca sentimenti nella popolazione russa che richiamano quelli della Guerra Fredda, quando l'Occidente era sempre una minaccia per l'esistenza dell'Unione Sovietica.

2. "La NATO ha trasformato l'Ucraina in un campo militare"

Secondo Yablokov, il Cremlino sta anche promuovendo la convinzione che "la NATO abbia trasformato l'Ucraina in un campo militare".

Paura del confine occidentale

Lo storico dei media afferma che questa è diventata un'utile motivazione per avvicinare gli elettori russi a Putin. "Il nemico" si trova al confine con la Russia.

3. "L'opposizione vuole distruggere la Russia dall'interno ed è sostenuta dall'Occidente"

Un'altra utile motivazione? L'opposizione russa, guidata da figure come Aleksej Naval'nyj, rappresenta una minaccia dall'interno. Naval'nyj è attualmente detenuto.

"Sostenuto dall'Occidente"

Il editoriale del New York Times ha aggiunto alla terza teoria del complotto il fatto che l'opposizione - che vuole distruggere la Russia dall'interno - sia "appoggiata dall'Occidente".

4. "Il movimento LGBTQ mondiale è un complotto contro la Russia"

"Il movimento mondiale LGBT+ è un complotto contro la Russia". Secondo Yaboklov, questo è un altro argomento con cui il governo vuole dimostrare che esiste una grande dicotomia tra Occidente e Russia.

"Difendere i valori russi"

Putin afferma che, con la sua guerra, sta semplicemente difendendo i tradizionali valori cristiani del popolo russo. È uno dei punti più divisivi che il Cremlino sta usando contro l'Occidente.

5. "L'Ucraina sta preparando armi biologiche da usare contro la Russia"

La quinta e ultima teoria va oltre la retorica e solleva una seria accusa: "L'Ucraina si prepara a usare armi biologiche contro la Russia".

Affermazioni sulle armi biologiche ucraine

Anche il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov (nella foto) ha condiviso questa teoria per alimentare il conflitto in corso.

Cosa ne pensano i russi di questo?

Queste teorie sono costantemente condivise dai media russi. Ma significa davvero che il popolo russo sostenga la guerra?

Immagine: Artem Beliaikin / Unsplash

Difficile da valutare dall'esterno

È difficile dire fino a che punto i russi credano effettivamente a queste teorie. Ci sono poche opportunità per misurare con precisione l'umore della popolazione in un paese chiuso verso l'estero come la Russia.

La Z significa che sono pro-Putin

Alcuni mostrano la lettera Z alle finestre: un segno che è diventato un simbolo pro-Putin nel corso della guerra.

VEDI ANCHE: Cosa significa la lettera Z, diventata un simbolo pro-Putin?

Chi è contrario deve tacere

Altri protestano contro l'invasione. Ci sono immagini di manifestazioni a Mosca e in altre città. Tuttavia, secondo il Cremlino, molti attivisti finiscono in prigione per aver protestato "illegalmente".

Repressi i partiti di opposizione

Le elezioni possono fornire un quadro chiaro dell'opinione pubblica russa? Purtroppo anche questo è difficile da dire. I partiti di opposizione russi difficilmente hanno le stesse opportunità di fare campagna elettorale durante le elezioni rispetto alle fazioni filogovernative.

(Nella foto: Aleksej Naval'nyj si rivolge alla corte dal carcere in appello contro la sua pena detentiva.)

POTREBBE INTERESSARTI: E se Putin stesse vincendo la guerra in Ucraina?

Más para ti