La vita sotterranea
Tutte le guerre
Un luogo ridotto a rovina
Bombe e altalene
Una passeggiata tra le bombe
Ritorno a casa
La bandiera ucraina resiste
Andare a fare la spesa
La vita continua
Una scuola devastata
La messa di Pasqua
Un paesaggio sconsolato
Quello che prima qualcuno poteva chiamare casa
La bataglia di Kiev
Terra bruciata
Una domanda
Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(1/16)
La vita sotterranea

La capitale ucraina ha resistito all'offensiva delle truppe russe e i grandi attacchi (i più letali) si sono verificati soprattutto nella vasta periferia di Kiev. Le bombe sono cadute su numerosi quartieri e sono tante le famiglie che hanno dovuto dormire nella metropolitana, un rifugio improvvisato.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(2/16)
Tutte le guerre

I sotterranei come luogo di fuga dalla morte in agguato all'esterno. È una scena di Kiev, ma la stessa situazione è stata la stessa in altre guerre precedenti.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(3/16)
Un luogo ridotto a rovina

Un'immagine proveniente da Vyshneve, città dormitorio di Kiev, a soli 2 chilometri dal centro.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(4/16)
Bombe e altalene

I bambini si dondolano davanti a edifici bombardati. È la nuova quotidianità.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(5/16)
Una passeggiata tra le bombe

Una coppia passeggia con il suo cane a Moshum, un piccolo villaggio fuori Kiev che è stato pesantemente colpito dalle bombe russe.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(6/16)
Ritorno a casa

Eppure c'è chi vuole tornare a Kiev. È il caso della donna della fotografia, Lyudmila, tornata a casa sua dalla vicina Polonia, in piena guerra.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(7/16)
La bandiera ucraina resiste

A Borodyanka, dove è stata scattata questa immagine, le autorità ucraine hanno riportato la morte di 41 persone lo scorso 17 aprile in un attacco delle forze russe.

 

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(8/16)
Andare a fare la spesa

La gente cerca di mantenere una certa normalità. Bisogna rischiare e andare a fare la spesa. Non si può sopravvivere in un isolamento permanente.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(9/16)
La vita continua

C'è posto anche per la tenerezza nella vita quotidiana di una città devastata dalla guerra. Questa foto, con padre e figlio in bicicletta, lo dimostra.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(10/16)
Una scuola devastata

Una scuola di Kukhari, appena fuori Kiev, assolutamente devastata dalle bombe.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(11/16)
La messa di Pasqua

Per quanto possibile, nemmeno i riti religiosi si arrendono alle bombe: è così che la comunità cattolica di Kiev ha celebrato la Pasqua.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(12/16)
Un paesaggio sconsolato

Nei dintorni di Kiev è tutta una devastazione. Ma come mai le truppe russe hanno dovuto ritirarsi? Molte sono le ragioni (e la feroce resistenza ucraina ha un grande peso) ma sul New York Times hanno sottolineato un dettaglio: ciò che rende Kiev una città difficile da conquistare militarmente è la sua immensa estensione. I paesi e i sobborghi dei dintorni formano un grande tessuto urbano, tanto da renderla una città più grande di New York.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(13/16)
Quello che prima qualcuno poteva chiamare casa

E dopo gli attacchi rimangono migliaia di storie di perdite. Perdite umane (soprattutto) e perdite materiali.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(14/16)
La bataglia di Kiev

Queste immagini saranno per sempre l'emblema della battaglia di Kiev.

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(15/16)
Terra bruciata

Il ritiro delle truppe russe ha lasciato immagini come questa a nord di Kiev.

 

Intrattenimento
Kiev: la vita della gente sotto le bombe
(16/16)
Una domanda

Quanto tempo durerà ancora questa guerra e quanta distruzione porterà ancora?

VEDI ANCHE: Vladimir Putin: ma com'era da bambino?

Más para ti