24 febbraio: nemico alle porte
23 febbraio: Stato di emergenza
Richiesta di assistenza militare
Tensione a Kiev
'L'inizio di un'invasione'
Dolore finanziario
Accordo unanime
Paure di una crisi dei rifugiati
La Gran Bretagna promette sostegno militare
Nel Regno Unito
Solidarietà a pagamento
21 febbraio: invio delle truppe
'Una minaccia diretta alla sicurezza della Russia'
Condanna
La Germania taglia il gas
Nord Stream 2
Una guerra annunciata
2014: Annessione della Crimea
Donetsk e Luhansk
La guerra del Donbass
2019: Zelensky e la NATO
Non proprio un'adesione
Est contro ovest
Biden
Novembre 2021: Escalation
Minacce di sanzioni
Dicembre 2021: Richieste
Risposte
'Con fermezza'
Gennaio 2022: partono i diplomatici, arrivano i soldati
Seduto al tavolo delle decisioni
5 febbraio: Preparazione
10 febbraio: Russia e Bielorussia
12 febbraio: due visioni opposte
16 febbraio: Alla ricerca di una soluzione
20 febbraio: evacuazione
Imminente invasione
21 febbraio: Alla ricerca di una via d'uscita
Petrolio e politica
Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(1/40)
24 febbraio: nemico alle porte

Vladimir Putin, presidente della Federazione Russa, ha autorizzato l'inizio delle operazioni militari nell'Ucraina orientale. I media occidentali, nel frattempo, hanno riferito di attacchi in tutto il paese, compresa la capitale Kiev.
Il resto del mondo si ferma in attesa di vedere cosa accadrà dopo.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(2/40)
"Solo la Russia è responsabile"

La Casa Bianca non ha tardato a reagire a quella che molti hanno considerato una guerra preannunciata. "La sola Russia è responsabile della morte e della distruzione che questo attacco porterà", ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. “Gli Stati Uniti, i loro alleati e partner risponderanno in modo unito e deciso. Il mondo riterrà responsabile la Russia”.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(3/40)
23 febbraio: Stato di emergenza

L'Ucraina ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale, secondo The Guardian. Il governo guidato da Volodymyr Zelensky ha limitato i viaggi, stabilito il coprifuoco e iniziato a evacuare le persone che si trovano in aree pericolose.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(4/40)
Richiesta di assistenza militare

Nel frattempo, le regioni separatiste di Donetsk e Luhansk hanno formalmente richiesto assistenza alla Russia per contrarrestare gli attacchi dell'esercito ucraino.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(5/40)
Tensione a Kiev

Il Cremlino, secondo AP, ha anche iniziato a evacuare l'ambasciata russa a Kiev, mentre un'ondata di attacchi informatici ha colpito diversi siti web del governo ucraino.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(6/40)
'L'inizio di un'invasione'

Il governo degli Stati Uniti ha denunciato le ultime azioni della Russia come "l'inizio di un'invasione" e ha imposto quelle che sono state considerate alcune delle sanzioni economiche più severe finora.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(7/40)
Dolore finanziario

“Abbiamo tagliato fuori il governo russo dai finanziamenti occidentali. Non può più raccogliere fondi dall'Occidente e non può scambiare il suo nuovo debito sui nostri mercati o sui mercati europei", ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, secondo Al Jazeera.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(8/40)
Accordo unanime

Allo stesso tempo, l'Unione Europea ha accettato all'unanimità di imporre sanzioni alla Russia. Tra queste c'è il divieto di visto e il congelamento dei beni dei 351 membri che compongono la Duma, la camera bassa del parlamento russo.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(9/40)
Paure di una crisi dei rifugiati

Inoltre, l'UE ha iniziato a prepararsi per un possibile afflusso di rifugiati ucraini.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(10/40)
La Gran Bretagna promette sostegno militare

Secondo la BBC, il primo ministro britannico Boris Johnson ha promesso "un ulteriore pacchetto di supporto militare all'Ucraina".

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(11/40)
Nel Regno Unito

Il leader dell'opposizione, Keir Starmer, ha ribattuto che il governo conservatore potrebbe fare di più per evitare che gli oligarchi russi acquistino proprietà nel Regno Unito.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(12/40)
Solidarietà a pagamento

Altrove, paesi come Cuba e Venezuela hanno espresso la loro solidarietà alla Russia. Il quotidiano spagnolo El País riferisce che in seguito alla dichiarazione il parlamento russo abbia esteso il debito di Cuba a Mosca fino al 2027.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(13/40)
21 febbraio: invio delle truppe

Il 21 febbraio 2021, Vladimir Putin ha ufficialmente riconosciuto Donetsk e Luhansk, repubbliche separatiste filo-russe nell'Ucraina orientale. A continuazione, il capo di Stato sovietico ha inviato truppe a difendere le regioni separatiste.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(14/40)
'Una minaccia diretta alla sicurezza della Russia'

Nella sua dichiarazione, come citato da Al Jazeera, Putin ha evidenziato il legame storico tra i due paesi. Inoltre, ha continuato, l'Ucraina "non ha mai avuto una tradizione di stato reale" e ha sostenuto che, se l'Ucraina entrasse nella NATO, sarebbe "una minaccia diretta alla sicurezza della Russia".

Immagine: Soldati a Donetsk il 22 febbraio.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(15/40)
Condanna

L'Unione europea, gli Stati Uniti e il Regno Unito reagiscono rapidamente, condannando le azioni della Russia. Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, firma un ordine esecutivo che prevede nuove sanzioni per chiunque investa nelle repubbliche separatiste di Donetsk e Luhansk.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(16/40)
La Germania taglia il gas

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz, nel frattempo, mette in stand by l'approvazione del gasdotto Nord Stream 2 che collega Russia e Germania.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(17/40)
Nord Stream 2

DW riferisce che il gasdotto è stato completato, ma non sarà operativo senza la certificazione di Berlino.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(18/40)
Una guerra annunciata

Nel marzo 2014, nel mezzo dei disordini sociali in Ucraina, la Federazione Russa invade e annette la penisola di Crimea.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(19/40)
2014: Annessione della Crimea

Nello stesso anno, le regioni amministrative di Luhansk and Donetsk, che costituiscono la parte più orientale dell'Ucraina e hanno una grande popolazione di etnia russa, dichiarano l'indipendenza da Kiev.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(20/40)
Donetsk e Luhansk

Nello stesso anno, le regioni amministrative di Luhansk and Donetsk, che costituiscono la parte più orientale dell'Ucraina e hanno una grande popolazione di etnia russa, dichiarano l'indipendenza da Kiev.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(21/40)
La guerra del Donbass

Questo conflitto a bassa intensità, chiamato guerra del Donbass, imperversa da quasi un decennio..

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(22/40)
2019: Zelensky e la NATO

La svolta arriva a metà del 2020. L'Ucraina, sotto la guida del presidente Volodymyr Zelensky, si è unita al programma di partner di opportunità potenziate della NATO. Attore comico-satirico diventato politico, Zelensky è stato eletto presidente all'inizio del 2019.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(23/40)
Non proprio un'adesione

Anche se l'organizzazione ha dichiarato che la partecipazione in questo programma non implica la pre-selezione della nazione come membro della NATO, è noto che far parte dell'organizzazione sia sempre stata una priorità delle politiche di Zelensky.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(24/40)
Est contro ovest

Il Cremlino ha dichiarato più volte che un'espansione verso est della NATO sarebbe una minaccia per la sua influenza nella regione.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(25/40)
Biden

Nel frattempo, l'elezione di Joe Biden nel novembre 2020 determina anche un cambiamento nella politica internazionale di uno dei più grandi partner della NATO.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(26/40)
Novembre 2021: Escalation

Al Jazeera riferisce che nel novembre 2021 truppe russe sarebbero state viste adunarsi sul confine ucraino. Kiev sostiene che Mosca abbia mobilitato oltre 100.000 soldati.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(27/40)
Minacce di sanzioni

L'amministrazione Biden reagisce minacciando di imporre "severe" sanzioni economiche nel caso la Russia invadesse l'Ucraina.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(28/40)
Dicembre 2021: Richieste

Nel dicembre 2021, la Russia chiede alla NATO di interrompere tutte le attività militari nell'Europa orientale e che l'organizzazione non accetti gli ex paesi sovietici come membri.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(29/40)
Risposte

La NATO replica a Putin prima della fine di gennaio, dichiarando che l'organizzazione adotta una politica di "porte aperte" e non è possibile rifiutare l'adesione dell'Ucraina, se i requisiti di accesso sono soddisfatti.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(30/40)
'Con fermezza'

Più o meno nello stesso periodo, Biden e Zelensky mantengono conversazioni telefoniche. Il presidente degli Stati Uniti garantisce che il suo paese "risponderà con fermezza" se la Russia decidesse di invadere l'Ucraina.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(31/40)
Gennaio 2022: partono i diplomatici, arrivano i soldati

Il governo degli Stati Uniti, alla fine di gennaio, richiede l'evacuazione dello staff e delle famiglie dei lavoratori dell'ambasciata americana a Kiev e ordina che 8.500 soldati si tengano pronti per lo spiegamento.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(32/40)
Seduto al tavolo delle decisioni

Alla fine di gennaio e all'inizio di febbraio, il presidente francese Emmanuel Macron e il cancelliere tedesco Olaf Scholz si recano a Mosca e Kiev  nel tentativo di trovare una soluzione diplomatica alla crisi.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(33/40)
5 febbraio: Preparazione

Secondo NPR, il 5 febbraio gli Stati Uniti avrebbero mobilitato 1.000 soldati dalla Germania alla Romania e dispiegato altri 2.000 soldati in Germania e Polonia.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(34/40)
10 febbraio: Russia e Bielorussia

Il 10 febbraio la Russia e la sua alleata Bielorussia danno inizio a esercitazioni militari congiunte, facendo stazionare 30.000 truppe sul confine settentrionale dell'Ucraina.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(35/40)
12 febbraio: due visioni opposte

Il 12 febbraio, nelle conversazioni mantenute, Biden e Putin mantengono le loro posizioni: il presidente degli Stati Uniti sottolinea che un'invasione causerebbe enormi sofferenze, mentre il leader russo ribadisce la sua richiesta che la NATO dichiari l'inammissibilità dell'Ucraina tra i suoi membri.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(36/40)
16 febbraio: Alla ricerca di una soluzione

Il 16 febbraio il francese Emmanuel Macron e il cinese Xi Jinping (nella foto) richiedono una risoluzione diplomatica del conflitto.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(37/40)
20 febbraio: evacuazione

Il 20 febbraio Al Jazeera riferisce che la Russia e la Bielorussia hanno esteso le esercitazioni militari nello stesso momento in cui ha iniziato ad evacuare la popolazione civile di Donetsk e Luhansk in Russia.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(38/40)
Imminente invasione

Nello stesso periodo, il Segretario di Stato Anthony Blinken incontra altri ministri degli esteri del G7. Sostiene che la Russia si stia preparando ad un'invasione.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(39/40)
21 febbraio: Alla ricerca di una via d'uscita

Il 21 febbraio, Biden e Putin accettano di parlare in un vertice, mediato da Macron. Tuttavia, il governo degli Stati Uniti avverte: questo, solo nel caso in cui la Russia non abbia ancora invaso l'Ucraina.

Le reazioni del mondo all'inizio delle operazioni militari russe in Ucraina
(40/40)
Petrolio e politica

Dopo il riconoscimento dell'indipendenza di Donetsk e Luhansk dall'Ucraina da parte di Putin e l'avvio delle operazioni militari, i prezzi del petrolio sono già schizzati alle stelle, così come è aumentato il clima di tensione nel mondo intero.

Más para ti