Non solo Ucraina
L'importanza del 'non allineamento'
La possibile adesione alle sanzioni e la minaccia di un avvicinamento alla NATO
Perché la Russia ha voce in capitolo?
La risposta è nella storia
La Finlandia era una parte dell'Impero russo
1917–1918: La Finlandia raggiunge l'Indipendenza, per poi piombare nella guerra civile
Guerra d'inverno 1939–1940: La Finlandia si difende dall'invasione dell'Armata rossa
1941 e 1944: gli scontri durante la II Guerra Mondiale
Il prezzo da pagare per mantenere l'indipendenza
1948: Il Trattato di amicizia con l'URSS
Fuori dallo scontro tra le grandi potenze
Né con l'uno, né con l'altro
Gli anni '60 in Europa: la nascita dell'EFTA
Gli anni '80: l'adesione all'EFTA della Finlandia
1992: l'Area Economica Europea e le 4 libertà
1992: L'Accordo di relazioni di buon vicinato con la Russia
1992: La richiesta di adesione alla Comunità Europea
La questione del 'non allineamento militare'
La CEE non è convinta
La Finlandia assicura la compatibilità tra PESC e 'non allineamento'
1995: la Finlandia entra nell'UE
Una mossa difensiva
1999: la Finlandia è presidente di turno del Consiglio dell'UE
La 'Strategia comune dell’Unione europea nei confronti della Russia'
Dicembre 2003: Modifica della clausola di mutua difesa
Un 'non allineamento' flessibile
Il libro bianco e l'apertura alla possibilità della NATO
Dal 2004 a oggi
Come risponderà Sanna Marin?
Dalla neutralità al non allineamento... verso la NATO?
Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(1/31)
Non solo Ucraina

"L’adesione della Finlandia alla NATO avrebbe gravi ripercussioni militari e politiche", ha affermato nella serata di venerdì 25 febbraio Maria Zakharova, portavoce del Ministero degli Esteri russo.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(2/31)
L'importanza del 'non allineamento'

Sull'importanza di mantenere il non allineamento militare, poi, ha aggiunto che si tratta di: "un fattore importante che contribuisce alla stabilità e alla sicurezza nell'Europa del nord e in Europa nel suo insieme", puntando il mirino verso la Finlandia, da secoli terra contesa dalla Russia.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(3/31)
La possibile adesione alle sanzioni e la minaccia di un avvicinamento alla NATO

In seguito all'invasione russa dell'Ucraina e al precipitare degli eventi, la reazione di Sanna Marin non è piaciuta ai sovietici. La Ministra Capo della Finlandia ha dichiarato, infatti, che il dibattito sul possibile ingresso della Finlandia nell'Alleanza Atlantica “è destinato a cambiare”.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(4/31)
Perché la Russia ha voce in capitolo?

Ma perché quest'adesione gioca un ruolo così cruciale nella geopolitica attuale? Qual è la storia della neutralità di questo Stato del nord e perché la Russia ha voce in capitolo?

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(5/31)
La risposta è nella storia

La risposta è semplice: la Finlandia è uno stato indipendente dalla Russia solo dal 1917, ma la posizione geografica e le vicende storiche che coinvolgono i due paesi vanno al di là di questa data.

(Nella foto: la proclamazione dell'indipendenza della Finlandia)

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(6/31)
La Finlandia era una parte dell'Impero russo

Dal 1100 al 1809 il territorio dell'attuale Finlandia apparteneva alla Svezia: venne ceduta all'Impero russo con le guerre napoleoniche  e si mantiene sotto il controllo zarista fino al 1917, in piena rivoluzione, quando diventa uno stato indipendente.

(Nella foto: Cattedrale luterana e statua dell'imperatore Alessandro II di Russia a Helsinki)

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(7/31)
1917–1918: La Finlandia raggiunge l'Indipendenza, per poi piombare nella guerra civile

Dopo l'indipendenza del 1917 la Finlandia si trova immersa in una sanguinosa guerra civile tra i 'Bianchi', sostenuti dal governo e dai tedeschi, e i 'Rossi' filo-bolscevichi, che godono dell'appoggio dell'Unione Sovietica. Il conflitto dura fino a maggio 1918, concludendosi con la vittoria dei Bianchi.

(Nella foto: Helsinki durante la Guerra civile)

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(8/31)
Guerra d'inverno 1939–1940: La Finlandia si difende dall'invasione dell'Armata rossa

La relazione tra Finlandia e Russia, quindi, non finisce con la dichiarazione d'indipendenza della prima. Nel biennio 1939–1940, la Russia aggredisce la Finlandia: in quella che si ricorda come la Guerra d'inverno la Finlandia riesce a evitare l'occupazione, ma è costretta a cedere dei territori all'Unione Sovietica.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(9/31)
1941 e 1944: gli scontri durante la II Guerra Mondiale

Arriviamo alla II Guerra Mondiale: nel 1941 la Finlandia attacca l'URSS insieme alle truppe tedesche, riconquistando quei territori che aveva ceduto ai sovietici con la Guerra d'inverno. Nel 1944, l'URSS contrattacca e l'esercito finlandese, pur continuando a combattere, si ritira. Finlandia e URSS siglano, allora, un armistizio: la Finlandia cade, ma non viene occupata.

(Nella foto: Hitler e il Comandate capo della difesa finlandese, Carl Gustaf Emil Mannerheim)

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(10/31)
Il prezzo da pagare per mantenere l'indipendenza

Il prezzo dell'esito della II Guerra Mondiale è la rinuncia da parte della Finlandia a una parte dei suoi territori per evitare di entrare nel blocco dei paesi dell'est posti sotto l'influenza diretta del Cremlino e la promessa di neutralità, in cambio di rimanere un Paese indipendente.

(Nella foto: la firma dei trattati di pace che misero fine alla II Guerra Mondiale)

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(11/31)
1948: Il Trattato di amicizia con l'URSS

Nel 1948 si lega all'URSS con un trattato di amicizia, cooperazione e mutua assistenza, che garantisce all'Unione Sovietica di poter contare sulla neutralità della Finlandia per tutta la durata della Guerra fredda. La clausola principale di questo trattato, infatti, prevede che nessuno dei firmatari possa aderire a una coalizione diretta contro l’altro.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(12/31)
Fuori dallo scontro tra le grandi potenze

La Finlandia, pertanto, cerca di mantenere una posizione di equidistanza tra l'Occidente e l'Unione Sovietica e tenersi fuori dallo scontro tra le grandi potenze, mantenendo un atteggiamento estremamente cauto nei confronti delle varie organizzazioni dell’Europa occidentale.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(13/31)
Né con l'uno, né con l'altro

In questo periodo la Finlandia cerca di stabilire relazioni simmetriche con i due blocchi, compensando gli accordi economici con l’Occidente con accordi paralleli con l’Unione Sovietica e rinsaldando così i presupposti del proprio neutralismo.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(14/31)
Gli anni '60 in Europa: la nascita dell'EFTA

Negli anni '60, su iniziativa dei paesi che non aderiscono alla CEE, nasce l'Associazione europea di libero scambio (EFTA-European Free Trade Association), un progetto di integrazione economica per la promozione del libero scambio tra i paesi membri (e con paesi terzi). La partecipazione della Finlandia tanto alla CEE come all'EFTA è fuori questione a causa dell’opposizione sovietica.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(15/31)
Gli anni '80: l'adesione all'EFTA della Finlandia

Ma nel 1986 la Finlandia si apre al blocco occidentale e, pur mantenendo la propria posizione di neutralità, entra a far parte dell'EFTA.

(Nella foto: il presidente della Finlandia Mauno Koivisto e sua moglie nel 1986 )

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(16/31)
1992: l'Area Economica Europea e le 4 libertà

Nel 1992, sei dei Paesi membri dell'EFTA, tra cui la Finlandia, firmano un accordo con la CEE (poi Unione Europea), denominato "Area economica europea (European Economic Agreement-EEA), i cui quattro pilastri sono noti come le “quattro libertà”: la libera circolazione dei beni, delle persone, dei servizi e dei capitali. Si mantiene, però, il rifiuto di abbandonare la posizione neutrale in politica estera.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(17/31)
1992: L'Accordo di relazioni di buon vicinato con la Russia

Nel 1989 cade il Muro di Berlino. Con la disgregazione dell'URSS, la Finlandia sottopone a revisione il Trattato di amicizia, cooperazione e mutua assistenza stipulato con la Russia e nel 1992 lo sostituisce con un Accordo di relazioni di buon vicinato.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(18/31)
1992: La richiesta di adesione alla Comunità Europea

Seguendo l'esempio della vicina Svezia e di altri paesi neutrali dell’EFTA, nel 1992 anche la Finlandia chiede di entrare a far parte della Comunità europea.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(19/31)
La questione del 'non allineamento militare'

È in questo periodo che si ridefinisce il concetto di "neutralità" della Finlandia in termini di "non allineamento militare". Come paese "non allineato", la Finlandia può cooperare militarmente con altri paesi, ma è escluso l'obbligo di mutua difesa.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(20/31)
La CEE non è convinta

La CEE è preoccupata del fatto che i paesi neutrali possano indebolire i progetti di economia estera e di sicurezza comune (noti con l'acronimo PESC) e valuta a lungo la richiesta di adesione della Finlandia.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(21/31)
La Finlandia assicura la compatibilità tra PESC e 'non allineamento'

Dinanzi alla CEE (poi UE) la Finlandia dichiara la sua disponibilità ad attuare la PESC e a essere un membro attivo dell'unione, mentre rincuora gli scettici dell'opinione pubblica interna sottolineando la perfetta compatibilità tra la PESC e il "non allineamento militare".

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(22/31)
1995: la Finlandia entra nell'UE

Nel 1995 diventa membro della UE e nella Conferenza intergovernativa a cui prende parte presenta, insieme alla Svezia, la proposta di includere nel Trattato di Amsterdam i compiti di gestione di situazioni di crisi, detti “compiti di San Pietroburgo”, per mostrare la sua buona volontà e il suo impegno nella politica estera e di sicurezza comune.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(23/31)
Una mossa difensiva

Questa iniziativa, in realtà, è anche una forma di protezione davanti al pericolo di una fusione tra l’Unione dell’Europa occidentale (UEO) e l’Unione europea che molti altri paesi membri dell’UE proponevano e che gli Stati non allineati non avrebbero potuto accettare.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(24/31)
1999: la Finlandia è presidente di turno del Consiglio dell'UE

Durante la prima presidenza finlandese del Consiglio della UE, si discute il cosiddetto "Obiettivo primario di Helsinki", ovvero l'idea di dotare la UE di una forza armata unica. La Finlandia dà un contributo generoso di 2000 uomini, insistendo, però, su alcuni punti: sul gestire la crisi piuttosto che fare uso della forza militare e sull'uso dei mezzi civili da preferire a quelli militari.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(25/31)
La 'Strategia comune dell’Unione europea nei confronti della Russia'

Centrale per la Finlandia è il rapporto dell'Unione Europea con la Russia e perciò partecipa attivamente alla stesura della Strategia comune dell’Unione europea nei confronti della Russia: appoggia il ruolo della NATO nei paesi del nord, però è riluttante a dare il suo consenso all'allargamento della NATO ai paesi baltici.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(26/31)
Dicembre 2003: Modifica della clausola di mutua difesa

Nel dicembre 2003 insieme ad Austria, Irlanda e Svezia presenta una nuova formula per la clausola di difesa, che però viene respinta dalla Presidenza. Si raggiunge comunque un compromesso e la clausola di mutua difesa viene modificata per tener conto delle diverse posizioni politiche sulla sicurezza, permettendo alla Finlandia di restare un paese non allineato all'interno dell’Unione.

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(27/31)
Un 'non allineamento' flessibile

Il non allineamento della Finlandia è stato abbastanza flessibile da quando è diventato un membro dell'UE, non rappresentando un'ostacolo per la politica europea.

(Nella foto: il presidente della Finlandia Tarja Halonen e Kofi Annan, segretario generale dell'ONU)

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(28/31)
Il libro bianco e l'apertura alla possibilità della NATO

Si pensava che con le elezioni del 2003 la situazione sarebbe cambiata, ma nel Libro bianco sulla difesa del 2004  la linea di non allineamento militare della Finlandia continua ad essere sottolineata, ma si dà anche maggior risalto alle politiche comuni dell’UE e si intravede addirittura l’ingresso nella NATO come una possibilità.

(Nella foto: Il segretario Generale Anders Fogh Rasmussen e il Presidente finlandese Tarja Halonen)

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(29/31)
Dal 2004 a oggi

La situazione geopolitica del pianeta con l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia è in continua evoluzione: la possibilità di un'adesione alla NATO da parte della Finlandia, in realtà, sembra oggi più possibile di quanto non fosse nei decenni scorsi.

(Nella foto: il Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg e il Presidente finlandese Sauli Niinistö)

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(30/31)
Come risponderà Sanna Marin?

A pochi minuti dall'invasione russa, la leader finlandese ha dichiarato su Twitter: "Condanno fermamente l'azione militare intrapresa dalla Russia in Ucraina. L'attacco costituisce una grave violazione del diritto internazionale e minaccia la vita di numerosi civili."   

Finlandia: breve storia di un paese in equilibrio tra Occidente e Russia
(31/31)
Dalla neutralità al non allineamento... verso la NATO?

La Finlandia ha promosso da sempre la neutralità internazionale come principio utile alla salvaguardia della propria sovranità e integrità territoriale. Si tradurrà il sostegno all'Ucraina in un suo avvicinamento alla NATO?

 

Más para ti