Aborto in USA, questi sono gli stati dove è già vietato o limitato (o lo sarà presto)

La situazione nei diversi stati dopo l'annullamento di Roe v. Wade
23 stati potrebbero limitare il diritto all'aborto
Quali sono gli stati interessati?
13 stati hanno 'leggi trigger'
Quali sono i 13 stati con 'leggi trigger'?
La legislazione del Missouri è entrata immediatamente in vigore
Indurre un aborto potrebbe comportare da 5 a 15 anni di carcere
Farmaci abortivi
Il South Dakota vieta l'aborto con eccezioni mediche
Il South Dakota afferma di voler aiutare le madri interessate dalla decisione
Il Kentucky vieta l'aborto 'con effetto immediato'
L'unica clinica che praticava l'aborto nel Kentucky ha interrotto le procedure
La maggior parte degli stati vicini al Kentucky limita l'aborto
Divieto di aborto a prescindere dall'età
Criminalizzazione dell'acquisto di pillole abortive su Internet
L'Arkansas vieterà l'aborto salvo in caso di pericolo di vita
 Il Mississippi vieterà l'aborto tra pochi giorni
Stati in cui l'aborto sarà vietato a partire da 30 giorni dopo l'annullamento di Roe
Le cliniche dell'Alabama hanno smesso di funzionare per precauzione
Alcune donne si erano recate in Alabama dal Texas
Anche le cliniche dell'Arizona hanno già interrotto le procedure
Confusione in Texas
Ken Paxton ha messo in guardia i medici dal praticare aborti
West Virginia
Divieto di aborto al primo battito cardiaco rilevabile
Oklahoma
Assistenza per abortire fuori dallo stato
Stati che hanno il diritto all'aborto sancito dalla loro costituzione
Quali sono questi nove stati?
Divieto a partire dalla 15ª settimana in Florida
L'Iowa proteggeva il diritto all'aborto, ma ora lo limiterà
Kansas
Il futuro del Kansas probabilmente si deciderà nelle elezioni di novembre
Michigan
Stati con leggi che tutelano il diritto all'aborto
La situazione nei diversi stati dopo l'annullamento di Roe v. Wade

La decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti di ribaltare la sentenza Roe v. Wade sul diritto all'aborto ha conferito ai legislatori statali di tutto il Paese il potere di vietare o limitare l'aborto. Il risultato sarà un mosaico di leggi che variano a seconda del luogo in cui si vive.

23 stati potrebbero limitare il diritto all'aborto

Un'analisi del Guttmacher Institute, un'organizzazione di ricerca che sostiene i diritti all'aborto, ha rilevato che in data 1° maggio 23 stati possiedono leggi in vigore che potrebbero essere utilizzate per limitare i diritti all'aborto in assenza della Roe.

Quali sono gli stati interessati?

Gli stati interessati sono: Idaho, Wyoming, Utah, Arizona, North Dakota, South Dakota, Texas, Oklahoma, Louisiana, Arkansas, Missouri, Iowa, Wisconsin, Michigan, Ohio, West Virginia, Kentucky, Tennessee, Mississippi, Alabama, Georgia, Florida e Carolina del Sud.

13 stati hanno 'leggi trigger'

Una "legge trigger" ("legge grilletto") è una legge che è inapplicabile ma che può avere carattere esecutivo se si verifica un cambiamento determinante delle circostanze, come nel caso del ribaltamento della sentenza Roe v. Wade. Alcune "leggi trigger" entreranno in vigore 30 giorni dopo la data dell'annullamento e altre lo faranno su ratifica del governatore o del procuratore generale.

Quali sono i 13 stati con 'leggi trigger'?

Questi sono gli stati con "leggi trigger": Arkansas, Idaho, Kentucky, Louisiana, Mississippi, Missouri, North Dakota, Oklahoma, South Dakota, Tennessee, Texas, Utah e Wyoming.

La legislazione del Missouri è entrata immediatamente in vigore

Sei minuti dopo la decisione della Corte Suprema, il procuratore generale del Missouri, Eric Schmitt, ha approvato una "legge trigger". In un suo tweet si legge: "A seguito della sentenza della Corte Suprema che ha annullato Roe v. Wade, il Missouri è appena diventato il primo stato del Paese a porre fine all'aborto con la firma del procuratore generale avvenuta pochi istanti fa. Questo è un giorno monumentale per la santità della vita".

Indurre un aborto potrebbe comportare da 5 a 15 anni di carcere

La legislazione del Missouri, che non prevede eccezioni per i casi di abuso, classifica l'atto di praticare un'interruzione di gravidanza come un reato di classe B, il che significa che potrebbe comportare una pena detentiva da 5 a 15 anni, stando a quanto riporta l'emittente NPR.

Farmaci abortivi

La legislazione del Missouri si applica ai soggetti che praticano l'interruzione di gravidanza, ma non è chiaro se l'aborto farmacologico possa essere perseguito penalmente.

Immagine: Danilo AlvesD/Unsplash

Il South Dakota vieta l'aborto con eccezioni mediche

Nel South Dakota l'aborto è contrario alla legge, "a meno che non sussista un parere medico opportuno e ragionevole secondo cui l'esecuzione di un aborto sia necessaria per preservare la vita della donna in stato di gravidanza", ha annunciato il governatore del South Dakota, Kristi Noem.

Il South Dakota afferma di voler aiutare le madri interessate dalla decisione

I massimi legislatori statali del South Dakota hanno dichiarato di avere in programma una sessione legislativa speciale "per salvare vite e aiutare le madri interessate dalla decisione".

Il Kentucky vieta l'aborto 'con effetto immediato'

Il divieto di aborto è entrato in vigore anche in Kentucky, che consente la procedura esclusivamente nel caso in cui sia in pericolo la vita della persona in stato di gravidanza o per prevenire una lesione debilitante, come riferisce il Louisville Courier-Journal. La "legge trigger" dello stato ha stabilito che la legislazione antiabortista statale sarebbe "entrata in vigore immediatamente".

L'unica clinica che praticava l'aborto nel Kentucky ha interrotto le procedure

L'American Civil Liberties Union del Kentucky afferma che l'unica clinica statale che praticava l'aborto a tempo pieno ha smesso di praticare queste procedure "a scopo precauzionale".

La maggior parte degli stati vicini al Kentucky limita l'aborto

Nelle vicinanze del Kentucky ci sono poche opzioni per chi intende interrompere la gravidanza: l'Illinois e la Virginia sono gli unici due dei sette stati confinanti ad avere servizi di salute riproduttiva per lo più senza restrizioni.

Divieto di aborto a prescindere dall'età

La legge sull'aborto della Louisiana è entrata in vigore dopo l'annullamento della Roe. La legge vieta l'aborto in quasi tutti i casi e ne rende illegale la pratica. Stando a quanto riferisce Nola.com, un sito web di notizie di New Orleans, la legge non prevede eccezioni per i casi di abuso, indipendentemente dall'età della persona incinta.

Criminalizzazione dell'acquisto di pillole abortive su Internet

La legge della Louisiana ammette eccezioni quando esiste un rischio estremo di morte o invalidità. Lo statuto richiede che il medico compia sforzi "ragionevoli" per salvare il feto e la madre. I legislatori dello stato hanno inoltre stabilito la criminalizzazione dell'acquisto di pillole abortive per posta o via Internet.

Immagine: John Schnobrich/Unsplash

L'Arkansas vieterà l'aborto salvo in caso di pericolo di vita

Il divieto di aborto dell'Arkansas entrerà in vigore non appena il procuratore dello stato lo certificherà. L'aborto è vietato quasi in tutti i supposti, tranne in caso di pericolo di vita della persona in stato di gravidanza, stando a quanto riporta l'Arkansas Democrat Gazette.

Il Mississippi vieterà l'aborto tra pochi giorni

Il divieto del Mississippi entrerà in vigore "tra pochi giorni". Anch'esso richiede l'approvazione del procuratore generale dello stato, secondo il Washington Post.

Stati in cui l'aborto sarà vietato a partire da 30 giorni dopo l'annullamento di Roe

Il divieto entrerà in vigore in North Dakota, Wyoming, Utah, Idaho e Tennessee dopo il via libera delle autorità statali, che avverrà allo scadere del 30º giorno successivo alla decisione della Corte Suprema, stando alle informazioni del Washington Post.

Le cliniche dell'Alabama hanno smesso di funzionare per precauzione

In Alabama, le tre cliniche abortiste statali hanno smesso di eseguire la procedura per paura che i medici che la praticano vengano perseguiti ai sensi di una legge risalente al 1951. Secondo quanto riportato dal The Guardian, il 24 giugno scorso il personale dell'Alabama Women's Center for Reproductive Alternatives di Huntsville ha dovuto dire alle pazienti in sala d'attesa che non potevano più eseguire aborti.

Alcune donne si erano recate in Alabama dal Texas

"Molte di loro hanno iniziato a piangere. Ti immagini aver guidato 12 ore per farsi praticare l'intervento in questo stato e non poter farlo?", ha dichiarato il proprietario della clinica, Dalton Johnson, a The Guardian. Alle pazienti è stato fornito un elenco di cliniche fuori dallo stato che ancora praticano l'aborto.

Anche le cliniche dell'Arizona hanno già interrotto le procedure

Anche le cliniche abortiste in tutta l'Arizona hanno smesso di eseguire la procedura, mentre cercano di determinare se una legge che risale a prima del 1912 comporti il rischio di finire in prigione per medici e infermieri, secondo quanto riportato dal The Guardian.

Confusione in Texas

In Texas, il personale sanitario si è chiesto quale legge dovesse seguire: un divieto del 1925, una legge del 2021 che limita l'aborto alle prime sei settimane di gravidanza o una "legge trigger" che vieta la procedura a titolo definitivo, ma che non entrerà in vigore prima di almeno un mese. La confusione ha portato anche loro a sospendere gli aborti.

Ken Paxton ha messo in guardia i medici dal praticare aborti

In Texas, il procuratore generale repubblicano, Ken Paxton, ha avvertito i medici che potrebbero essere perseguiti immediatamente se praticano interruzioni di gravidanza ai sensi del divieto risalente all'era del proibizionismo, che prevede una pena da due a cinque anni di carcere.

West Virginia

Il governatore del West Virginia, Jim Justice, ha detto che non esiterà a convocare la legislatura in sessione straordinaria se c'è bisogno di chiarire il divieto. Un divieto all'aborto del XIX secolo, punibile con il carcere, che ha indotto il Women's Health Center del West Virginia a interrompere qualsiasi procedura di aborto.

Divieto di aborto al primo battito cardiaco rilevabile

In Ohio, un giudice federale ha sciolto un'ingiunzione, consentendo l'entrata in vigore di una legge statale del 2019 che vieta l'aborto nella maggior parte dei casi al primo battito cardiaco fetale rilevabile, che avviene già alla quinta o sesta settimana di gestazione.

Oklahoma

Data la feroce opposizione all'aborto da parte del governatore e della legislatura, l'Oklahoma continuerà a proibire la pratica se agli stati viene data la possibilità di farlo.

Assistenza per abortire fuori dallo stato

Tuttavia, le cliniche abortiste dell'Oklahoma stanno prendendo provvedimenti per aiutare le pazienti che intendono abortire fuori dallo stato, tra cui coordinare i finanziamenti per le pazienti e lo sviluppo di una rete di terapeuti di riferimento per aiutarle a risolvere eventuali complicazioni prima o dopo la procedura, secondo quanto riferisce AP.

Immagine: Priscilla Du Preez/Unsplash

Stati che hanno il diritto all'aborto sancito dalla loro costituzione

Secondo il Center for Reproductive Rights, le Corti supreme di nove stati hanno riconosciuto il diritto all'aborto ai sensi delle rispettive costituzioni. Le protezioni costituzionali statali assicurano che l'aborto rimarrà legale anche senza Roe.

Immagine: Joshua Sukoff/Unsplash

Quali sono questi nove stati?

Sono questi i nove stati: Alaska, California, Florida, Illinois, Kansas, Massachusetts, Minnesota, Montana e New Jersey. Tuttavia, alcuni di loro, come la Florida, hanno approvato leggi che limitano l'accesso all'aborto, mentre altri, come il Montana, ne hanno temporaneamente bloccato le restrizioni.

Immagine: Drei Kubik

Divieto a partire dalla 15ª settimana in Florida

In Florida, ad aprile è stato convertito in legge il divieto all'aborto dopo la quindicesima settimana di gestazione che entrerà in vigore il 1° luglio. Sebbene solo il 2% circa degli aborti in Florida avvenga dopo la quindicesima settimana, i sostenitori del diritto all'aborto hanno espresso preoccupazione per la diminuzione dell'accesso alla procedura, secondo quanto riporta AP.

L'Iowa proteggeva il diritto all'aborto, ma ora lo limiterà

Anche l'Iowa faceva parte di questa lista, ma la Corte Suprema dello stato ha stabilito a giugno che il diritto all'aborto non è protetto dalla costituzione statale, ribaltando una decisione presa dalla Corte quattro anni fa. I legislatori e il governatore (repubblicani) dell'Iowa hanno annunciato che agiranno per limitare ulteriormente l'accesso all'aborto.

Kansas

La legislatura repubblicana del Kansas intende vietare o limitare l'accesso all'aborto, ma c'è un governatore democratico in corsa per la rielezione quest'anno che sostiene l'accesso all'interruzione di gravidanza. Se gli elettori approveranno l'emendamento, la legislatura dovrà comunque approvare le nuove restrizioni e i legislatori sono fuori sessione fino a gennaio 2023.

Il futuro del Kansas probabilmente si deciderà nelle elezioni di novembre

Tuttavia, possono convocare una sessione speciale con una maggioranza di due terzi, ma è probabile che aspetteranno fino a quando gli elettori decideranno alle elezioni generali di novembre se concedere un secondo mandato alla governatrice democratica Laura Kelly, stando a quanto riferisce AP.

Michigan

Entrambe le camere della legislatura del Michigan sono controllate da repubblicani che vogliono vietare l'aborto, ma il governatore democratico dello stato ne sostiene l'accesso. I sostenitori del diritto all'aborto sperano di portare la questione al voto questo autunno. Hanno bisogno di 425.000 firme di elettori entro l'11 luglio per arrivare al voto e la misura diventerebbe legge se approvata dagli elettori.

Stati con leggi che tutelano il diritto all'aborto

Gli stati a guida democratica si sono attivati per preservare il diritto all'aborto. Il distretto di Columbia ha adottato misure in tal senso, insieme ad altri sedici stati: California, Colorado, Connecticut, Delaware, Hawaii, Illinois, Maine, Maryland, Massachusetts, Nevada, New Jersey, New York, Oregon, Rhode Island, Vermont e Washington.

Más para ti