Indimenticabili
Rodolfo Chikilicuatre - Spagna (2008)
Lordi - Finlandia (2006)
Abuelas de Buránovo - Russia (2012)
Radoslav 'Gipsy' Banga - Repubblica Ceca (2009)
Verka Serduchka - Ucraina (2007)
Scooch - Regno Unito (2007)
Valentina Monetta - San Marino (2012)
Donatan & Cleo - Polonia (2014)
PingPong - Israele (2000)
Jemini - Regno Unito (2003)
Dustin The Turkey - Irlanda (2008)
Cezar - Romania (2003)
Guildo Horn - Germania (1998)
Alf Poier - Austria (2003)
Laka - Bosnia-Erzegovina (2008)
Kreisiraadio - Estonia (2008)
Stefan Raab - Germania (2000)
Silvia Night - Islanda (2006)
Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(1/19)
Indimenticabili

Sono 66 edizioni, con quasi 40 partecipanti oggi. È logico immaginare che, nel corso della storia, ci siano stati paesi che abbiano preferito la risata, la stravaganza e la comicità alla serietà. Il fatto curioso è che, a volte, il risultato è stato eccezionale. Sei curioso di scoprire le performance più stravaganti della storia dell'Eurovision Song Contest?

 

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(2/19)
Rodolfo Chikilicuatre - Spagna (2008)

Hanno lasciato l'elezione nelle mani degli spagnoli e gli spagnoli hanno parlato: Rodolfo Chikilicuatre sarebbe andato all'Eurovision. Al momento della sua esibizione, Rodolfo Chikilicuatre, chitarra giocattolo in mano, ha cantato il suo leggendario 'Chiki-Chiki', in compagnia dei suoi due ballerini. È finito alla 16º posizione, uno dei migliori risultati della Spagna.

 

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(3/19)
Lordi - Finlandia (2006)

Molte risate, molti scherzi e tanto disprezzo dovette sopportare il gruppo Lordi per la sua performance. Travestiti da mostri e suonando un 'Hard Rock Hallelujah' versione heavy metal, i finlandesi hanno colto tutti di sorpresa e hanno meritatamente vinto l'edizione a cui hanno partecipato. Più di 15 anni dopo, il loro passaggio sul palco dell'Eurovision Song Contest continua a essere ricordato.

 

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(4/19)
Abuelas de Buránovo - Russia (2012)

Immagina che il club del libro di tua nonna decida di andare all'Eurovision Song Contest, e tutte si presentino vestite in costumi tradizionali: una performance a metà strada tra 'Factor X' e il festival del folklore. Beh, è successo con le nonne russe di Buranov. Risultato? Seconda posizione

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(5/19)
Radoslav 'Gipsy' Banga - Repubblica Ceca (2009)

L'obiettivo di questo gruppo era quello di rivendicare i diritti del popolo rom e hanno pensato bene di mascherare il cantante da supereroe: Super Zingaro. Molte risate, ma la canzone non passò alla finale, nonostante l'eco della sua performance sui media.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(6/19)
Verka Serduchka - Ucraina (2007)

'Dancing Lasha Tumbai': così si intitolava il brano interpretato da questo comico e attore ucraino. A quanto pare, il testo conteneva un messaggio non proprio occulto per i vicini russi... anche se in molti non ci hanno fatto caso, essendo più concentrati sul costume di scena dell'artista. Occhio, è arrivato secondo e ha avuto serie possibilità di vincere il Contest.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(7/19)
Scooch - Regno Unito (2007)

Sembra strano che il Regno Unito, con una leggendaria tradizione musicale, abbia mandato un gruppo poco competitivo come Scooch all'Eurovision Song Contest...  e con una canzone così lontana dai canoni di Eurovision come 'Flying the Flag'. Sì, erano travestiti da piloti e hostess, ma non è bastato... e il Regno Unito ha ottenuto un umiliante penultimo posto.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(8/19)
Valentina Monetta - San Marino (2012)

San Marino non delude mai. E nemmeno nel 2012. Valentina Monetta ha portato all'Eurovision 'The Social Network Song', una canzone che parla di Facebook senza menzionare Facebook, perché l'organizzazione non permette di menzionare marchi. La sua prestazione è stata fenomenale ma è rimasta in semifinale e non ha potuto qualificarsi per la vittoria. A Mark Zuckerberg è piaciuto.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(9/19)
Donatan & Cleo - Polonia (2014)

'My Slowianie', la canzone portata dalla Polonia nel 2014, avrebbe potuto essere eseguita sul palco dell'Eurovision Song Contest o in uno show per adulti. Era tutto normale, finché una delle cantanti ha iniziato a fare il bucato davanti alla telecamera, mostrando più del dovuto. Ovviamente hanno ottenuto un quattordicesimo posto.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(10/19)
PingPong - Israele (2000)

Israele è passato, in due anni, da Dana International ai Ping Pong, una delle peggiori performance della storia dell'Eurovision Song Contest. Il loro 'Sameyakj' era un tema eurodance vecchio stile, che non era nemmeno orecchiabile. Neanche la performance ha potuto salvare una canzone tremenda. Sono arrivati penultimi con 7 punti.

 

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(11/19)
Jemini - Regno Unito (2003)

Hanno il dubbioso onore di essere i protagonisti di una delle poche esibizioni che ha ottenuto zero punti al Festival. Curiosamente, un'altra canzone dance e un'altra performance orribile. Il 'Cry Baby' era tremendo, i cantanti stonati e le coreografie sembravano quelle di una festa delle elementari. Zero punti, signore.

 

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(12/19)
Dustin The Turkey - Irlanda (2008)

Un tacchino. L'Irlanda, nel 2008, ha mandato un tacchino. Non solo, ma la canzone si chiamava 'Irlande Douze Pointe', e non fu premonitrice, perché l'Irlanda si fermò alla semifinale. Se vuoi prendere in giro l'Eurovision Song Contest, fallo in grande stile, come l'Irlanda.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(13/19)
Cezar - Romania (2003)

Un artista rumeno travestito da Dracula che canta 'It’s my life'. Sì, travestito da Dracula. Questo può accadere solo ad Eurovision. Ed è per questo che è meraviglioso.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(14/19)
Guildo Horn - Germania (1998)

Gli esperti indicano Guildo Horn come il primo nerd ad avere il coraggio di esibirsi all'Eurovision. Era un idolo dei giovani nel suo paese e la sua performance ha mostrato chiaramente che si sentiva sicuro di sé. Scese dal palco e si mise a dare baci a tutti. Il suo 'Guildo hat euch lieb! ', 'Guildo vi ama', lo ha portato al settimo posto.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(15/19)
Alf Poier - Austria (2003)

La canzone 'Weil der Mensch zählt' parlava delle specie animali del pianeta.  Alf Poier uscì sul palco vestito da bambino, con cappellino incluso. Accanto a lui, due coriste e tre animali di cartone. Tutto squallido, ma, alla fine, la sua performance gli valse un sesto posto con 101 punti. Incredibile.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(16/19)
Laka - Bosnia-Erzegovina (2008)

Laka era un musicista di strada che si è presentato all'Eurovision con 'Pokusaj', un brano scritto da lui che parlava dell'amore. Fin qui, tutto bene. Ma ovviamente, qualcuno decise che era importante vestirlo da pirata e che le sue accompagnatrici fossero vestite da sposa. Non gli andò male perché finì in decima posizione.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(17/19)
Kreisiraadio - Estonia (2008)

Al di là del fatto che 'Leto Svet' fosse una canzone senza senso, bisogna sapere che Kreisiraadio sono un trio comico e, come tale, hanno fatto umorismo. Ma all'Eurovision Song Contest, un umorismo frainteso non trionfa. Erano i penultimi della semifinale.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(18/19)
Stefan Raab - Germania (2000)

Stefan Raab ha voluto seguire il percorso di Guildo Horn e si è presentato con un abito dorato, un cenno allo stile disco e una canzone più orecchiabile di quanto nessuno ammetterà mai. In effetti, arriverà quinto grazie a una delle migliori prestazioni di quell'anno. Geek ma meritevole.

Intrattenimento
Le performance più bizzarre della storia dell'Eurovision Song Contest
(19/19)
Silvia Night - Islanda (2006)

L'Islanda ha abbracciato il geek nel 2006 e ha mandato all'Eurovision Silvia Night con 'Congratulations', una canzone che celebrava il suo trionfo al concorso. Per mettervi in contesto, durante la performance, la cantante ha ricevuto una chiamata da Dio. Nonostante l'aiuto divino, Silvia Night (nome favoloso, d'altra parte) arrivò 13ª. Fischi, ma non troppi.

Más para ti