Le immagini devastanti del terribile terremoto in Afghanistan

Oltre 1.000 vittime
Un terremoto di magnitudo 5,9
Al confine con il Pakistan
A complicare una situazione già complicata
Distrutte circa 2.000 case
Continuano i soccorsi
Continuano ad apparire vittime
Una replica altrettanto letale
Tre obiettivi prioritari
Famiglie, soccorso e feriti
I soccorsi
Il meteo non aiuta
Elicotteri bloccati
Programma WASH
Acqua potabile, essenziale
Non è ancora finita
Oltre 1.000 vittime

Finora, oltre 1.000 persone sono rimaste uccise e altre 1.500 ferite nell'Afghanistan orientale.

Un terremoto di magnitudo 5,9

Un terremoto di magnitudo 5,9 della scala Richter ha colpito le province di Paktika e Khost.

Al confine con il Pakistan

Secondo quanto riportato dallo United States Geological Survey (USGS), il terremoto ha avuto il suo epicentro a poco più di 45 chilometri dalla città di Khost, vicino al confine tra Pakistan e Afghanistan.

A complicare una situazione già complicata

L'entità del terremoto è stata così potente che in alcune zone oltre il 70% delle case è stato distrutto.

Distrutte circa 2.000 case

Al momento, secondo l'Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari (OCHA), quasi 2.000 abitazioni sono state colpite dal terremoto.

Continuano i soccorsi

Mentre le persone colpite cercano di svegliarsi da quest'incubo le squadre di soccorso continuano la ricerca dei sopravvissuti tra le macerie. I feriti, mentre arriva il personale medico, vengono lasciati in attesa in mezzo alla strada.

Continuano ad apparire vittime

Tuttavia, continuano ad apparire anche corpi senza vita, poiché la distruzione è di tale portata che ci vorranno diversi giorni per completare i lavori di salvataggio.

Una replica altrettanto letale

Ed è che, come confermato dall'USGS, al terremoto iniziale si è aggiunta una potente scossa di assestamento di 4,5 gradi che ha moltiplicato le distruzioni nell'area.

Tre obiettivi prioritari

Vista la situazione nell'area, il leader del governo talebano, il mullah Hibatullah Akhundzada, ha ordinato l'utilizzo di tutte le risorse possibili per tre obiettivi principali.

Famiglie, soccorso e feriti

"Aiutare le famiglie delle vittime, rimuovere i defunti dalle macerie e trasferire i feriti in ospedale", ha detto ai media internazionali.

I soccorsi

Per svolgere questi compiti, il ministero della Difesa afghano ha inviato cinque elicotteri, 50 ambulanze e un'équipe di operatori sanitari per facilitare la cura precoce dei feriti e il loro trasferimento negli ospedali.

Il meteo non aiuta

Come riportato da OCHA, c'è anche un altro fattore che complica i lavori dei soccorsi: questo terremoto è arrivato accompagnato da forti piogge.

Elicotteri bloccati

Di fatto, gli elicotteri hanno dovuto aggiungere i forti venti a un'altra difficoltà aggiuntiva, come l'atterraggio su un terreno devastato. Le ambulanze, quindi, hanno avuto un sovraccarico di lavoro.

Programma WASH

D'altra parte, l'OCHA ha anche chiesto aiuto al programma WASH, che si occupa di sanificare e rendere potabile l'acqua in modo che possa essere consumata dalle persone colpite.

Acqua potabile, essenziale

Inoltre, sanificando l'acqua, si evitano molte malattie infettive che di solito derivano da questo tipo di catastrofe.

Non è ancora finita

Per il momento i soccorsi continuano a lavorare, ma è possibile che il numero dei morti e dei feriti continui ad aumentare nei prossimi giorni.

Más para ti