Sergey Shoigu, fedele compagno e successore?
Nato negli angoli più remoti dell'ex Unione Sovietica
Politica e religione
Shoigu è un nome trasformato in cognome
Origini ucraine
Shoigu prima di Putin
Già nel 1991 è membro del governo russo
Sempre accanto a Vladimir Vladimirovich
Governatore di Mosca, ma per poco
Il circolo del potere
Potente ministro della Difesa della Federazione Russa
Non ha prestato servizio nell'esercito
Luogotenente per i suoi servizi all'Università
Uomo di guerra
Premiato per i suoi servizi al paese
Il leader dopo il leader?
In Ucraina è considerato una minaccia
Sanzioni contro Sergei Shoigu
Shoigu è stato chiamato a processo in Ucraina
Caccia e sport (a volte insieme a Putin)
Mostra con opere di Sergei Shoigu
Appassionato di hockey e calcio
Famiglia e figli
Seguendo le orme di papà
Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(1/24)
Sergey Shoigu, fedele compagno e successore?

È il braccio destro di Putin, il suo ministro della Difesa, l'uomo della guerra, una persona che ha sempre accompagnato il leader e che condivide con lui una visione del mondo in cui la Russia deve recuperare la sua perduta grandezza imperiale. Ma chi è questo protagonista? Quali sono i momenti chiave della sua vita? Potrebbe essere, come alcuni sostengono, il successore di Putin?

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(2/24)
Nato negli angoli più remoti dell'ex Unione Sovietica

Sergei Kuzhugetovich Shoigu è nato il 21 maggio 1955 nella città di Chadan, nella regione autonoma di Tuva (al confine con la Mongolia), a quasi 5.000 chilometri da Mosca. È il figlio di Kuzhuget Shoigu, che era l'editore del quotidiano regionale, e di Alexandra Kudryavtseva.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(3/24)
Politica e religione

Suo padre, Kuzhuget Sereevich Shoigu, redattore di un giornale locale in lingua tuvana, fece presto carriera nel Partito Comunista al potere e divenne segretario del Comitato regionale. Siamo nell'URSS del Partito comunista, di cui la sua famiglia è, quindi, un importante esponente locale: sembrerebbe impossibile la vicinanza alla religione, eppure Sergei Shoigu fu battezzato nella religione ortodossa. Da adulto, già potente ministro, è stato visto più volte farsi il segno della croce in pubblico. La religione continua a essere qualcosa di importante nella sua vita.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(4/24)
Shoigu è un nome trasformato in cognome

A proposito, pochi sanno che Shoigu era in realtà il nome del padre di Sergei e Kuzhuget è il cognome che dovrebbe corrispondere all'attuale leader russo, ma, per errore, l'ufficiale dell'anagrafe ha confuso l'ordine del nome e del cognome. E così è rimasto , senza che il leader russo abbia mai voluto rettificare quell'errore.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(5/24)
Origini ucraine

I familiari per via materna di Sergei Kuzhugetovich provengono dall'Ucraina.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(6/24)
Shoigu prima di Putin

Il futuro ministro della Difesa della Federazione Russa ha studiato presso l'Università tecnica statale di Krasnoyarsk, formandosi nella specialità dell'ingegneria civile. Per più di 10 anni Sergei Shoigu ha esercitato la sua professione di ingegnere, ma quasi sempre in posizioni manageriali. Nel 1988 si è dato alla politica.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(7/24)
Già nel 1991 è membro del governo russo

Nel 1990 Sergei Shoigu si trasferì a Mosca e divenne vicepresidente del Comitato statale per l'architettura e l'edilizia, e successivamente, nel 1991, fu messo a capo del Russian Rescue Corps (ora Ministero russo per le emergenze).

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(8/24)
Sempre accanto a Vladimir Vladimirovich

Dal 1994 al 2012 è stato Ministro della Protezione Civile, Emergenze e Soccorso in caso di calamità della Federazione Russa. Dal 2012 è membro permanente del Consiglio di Sicurezza della Federazione Russa. Sempre con Putin. I cronisti specializzati assicurano che è, forse, il suo amico più fedele, l'uomo con cui si reca in vacanza in Siberia e con il quale passeggia per i boschi.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(9/24)
Governatore di Mosca, ma per poco

Nel 2012, da maggio a novembre, assunse la carica di governatore della regione di Mosca. Tuttavia, non mantenne a lungo questo ruolo, perché il 6 novembre 2012, con decreto presidenziale, Sergei Shoigu venne nominato Ministro della Difesa della Federazione Russa in sostituzione del destituito Anatoli Serdyukov.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(10/24)
Il circolo del potere

Secondo Natalya Timakova, l'addetta stampa del primo ministro, è stato Dmitry Medvedev a raccomandarlo per la carica di ministro.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(11/24)
Potente ministro della Difesa della Federazione Russa

Come ministro della Difesa della Federazione Russa, Sergei Kuzhugetovich è stato rieletto due volte, nel 2018 e nel 2020. Inoltre, nel 2020 è entrato nel governo e nel 2021 è stato inserito nella lista elettorale del partito Russia Unita (su suggerimento di Putin).

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(12/24)
Non ha prestato servizio nell'esercito

Per quanto possa sembrare paradossale, il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu non ha mai prestato servizio nell'esercito. Secondo lui, prestare servizio come militare crea un "nucleo morale" sebbene, nel suo caso, il reclutamento non fosse necessario per acquisirlo. Come ha fatto ad essere esentato dal servizio militare?

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(13/24)
Luogotenente per i suoi servizi all'Università

Sergei Shoigu ha raggiunto il grado di tenente di riserva grazie ai suoi studi universitari, evitando così il duro servizio militare russo.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(14/24)
Uomo di guerra

Da ministro della Difesa, ha dovuto assumersi la responsabilità delle guerre che Putin ha intrapreso: dall'annessione della Crimea al conflitto siriano. Il suo ruolo, però, ha un limite. Perché davanti a lui, c'è sempre Putin, come nell'immagine.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(15/24)
Premiato per i suoi servizi al paese

Sergei Shoigu accumula un gran numero di riconoscimenti statali, tra cui l'Ordine "Per merito alla Patria" di grado III e II, l'Ordine d'Onore, la Medaglia "Per la gloria dell'Ossezia" e l'Ordine "Per la fedeltà al dovere" (vinto dopo la sua partecipazione alla conquista della Crimea).

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(16/24)
Il leader dopo il leader?

Alcuni analisti politici russi hanno ipotizzato dall'estero che Sergei Shoigu, molto popolare nel suo Paese, potrebbe (un giorno) succedere a Putin. Certo, quel futuro in cui Putin lascia il potere sembra molto lontano. A meno che non ci sia una svolta inaspettata degli eventi. L'irruzione di Shoigu, comunque, sicuramente non cambierebbe molto la politica estera russa. Gli ucraini lo sanno bene. (Nell'immagine, un momento iconico con Shoigu all'altro capo dell'enorme tavolo che Putin usa in molti dei suoi incontri).

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(17/24)
In Ucraina è considerato una minaccia

Secondo Interfax.ru, come procuratore generale dell'Ucraina, Yuri Lutsenko nel 2016 ha inserito Sergei Shoigu in un elenco di persone ricercate dal sistema giudiziario ucraino insieme ad altri 10 generali delle forze armate russe a causa di sospetti di crimini contro la sicurezza dell'Ucraina.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(18/24)
Sanzioni contro Sergei Shoigu

Il ministro della Difesa della Federazione Russa è stato inserito nell'elenco delle sanzioni dell'Ucraina nel 2014. Nel febbraio 2022, dopo che la Russia ha riconosciuto le repubbliche secessioniste dell'Ucraina, Shoigu è stato oggetto delle sanzioni dell'UE e degli Stati Uniti.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(19/24)
Shoigu è stato chiamato a processo in Ucraina

Nel 2021, il servizio di sicurezza dell'Ucraina ha citato in tribunale Shoigu in qualità di sospetto della "creazione di gruppi armati illegali". Il leader russo, però, ha ignorato la richiesta.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(20/24)
Caccia e sport (a volte insieme a Putin)

Nelle pause dalle attività militari e politiche, Sergei Shoigu ama andare a caccia. Realizza anche strane sculture di radici. Più di una volta, come si può vedere nell'immagine, è andato in vacanza con Putin

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(21/24)
Mostra con opere di Sergei Shoigu

Pochi sanno che a Tuva, presso il Museo Nazionale Aldan-Maadyr di Kyzyl, è stata aperta una mostra con le opere del Ministro della Difesa della Federazione Russa. Non ci sono solo le sculture di radici, ma anche altri opere. Secondo RIA Novosti, il museo "espone dipinti realizzati nei generi della grafica e della pittura, vasi e sculture realizzate con radici di cedri tuvani".

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(22/24)
Appassionato di hockey e calcio

Come Putin, Sergei Shoigu è un fan dell'hockey e, a proposito, insieme ad altri politici, veterani dell'hockey e giovani giocatori, partecipa a partite amatoriali.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(23/24)
Famiglia e figli

Sergei Shoigu è sposato con Irina Shoigu e ha due figlie: Yulia e Ksenia Shoigu (nella foto). Nel 2021 il Ministro della Difesa della Federazione Russa è diventato nonno: la figlia più giovane, Ksenia, ha dato alla luce la nipote Milana il 17 settembre.

Sergei Shoigu, è lui il possibile successore di Putin?
(24/24)
Seguendo le orme di papà

Sebbene a Sergey e Irina Shoigu non piaccia condividere i dettagli delle loro vite personali, le loro figlie hanno seguito le orme del padre nel circolo del potere. Yulia è una psicologa di professione e ricopre la carica di direttore del Centro per l'assistenza psicologica del Ministero russo per le emergenze. Ksenia è un personaggio piuttosto pubblico e una funzionaria dell'area sportiva dell'amministrazione Putin.

Más para ti