Vladimir Putin e il suo potere
1963 a San Pietroburgo
Arkady Rotenberg, il braccio destro di Putin
Sochi 2019
Cintura nera
Altri sport
L'allenamento sportivo apre le porte al KGB
Garri Kasparov
Il piano generale
Funzionari sportivi come agenti ausiliari
Migliorare l'immagine
Una rete di associazioni sportive
Funzionari sportivi che prendono la strada più facile (ma non la più etica)
Olimpiadi invernali 2022 in Cina
Le associazioni sportive si allontanano
Una pausa nella tregua olimpica
Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(1/16)
Vladimir Putin e il suo potere

Fino a poco tempo fa, Vladimir Putin, il presidente della Russia ora impegnata nella guerra in Ucraina, esercitava una grande influenza sullo sport mondiale. Varie organizzazioni (Fifa, Comitato olimpico internazionale, ecc.) hanno spesso fatto ricorso a Putin per ottenere finanziamenti per i loro eventi sportivi. La conseguenza di ciò: il potere del leader russo sullo sport internazionale non era (e forse non è) da sottovalutare.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(2/16)
1963 a San Pietroburgo

È stato lui stesso uno sportivo in passato. La carriera sportiva di Vladimir Putin è iniziata, infatti, nel 1963 a San Pietroburgo (poi Leningrado), dove all'età di 11 anni ha incontrato per la prima volta Arkady Rotenberg nel Club di Sambo di Anatoly Rachlin.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(3/16)
Arkady Rotenberg, il braccio destro di Putin

L'oligarca russo Arkady Rotemberg, la cui fortuna è stimata in circa 2,5 miliardi di dollari secondo Forbes, deve la sua ricchezza all'amicizia con Putin. Nel 2014, ad esempio, ha ricevuto un contratto governativo per i Giochi Olimpici Invernali di Sochi dopo una gara d'appalto, nonostante la sua non fosse la migliore offerta economica.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(4/16)
Sochi 2019

Nella foto Vladimir Putin, a cui piace occupare sempre una posizione centrale, a Sochi nel 2019 con la nazionale russa di judo e Arkady Rotenberg (a destra).

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(5/16)
Cintura nera

Nel judo ha ricevuto una cintura nera da adulto ed è diventato il campione della città di Leningrado. Oltre al judo, ama praticare karate, boxe e sambo .

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(6/16)
Altri sport

Oltre alle arti marziali, Putin è anche interessato agli sport a due e quattro ruote, all'escursionismo e allo sci.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(7/16)
L'allenamento sportivo apre le porte al KGB

Come agente del KGB, Putin ha lavorato nello spionaggio estero. Per entrare nel KGB, gli fu detto che era necessaria una laurea e che l'addestramento nel combattimento corpo a corpo era un plus.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(8/16)
Garri Kasparov

Ma dallo sport arriva anche l'opposizione. Uno dei critici più noti di Putin è l'ex campione del mondo di scacchi Garri Kasparov, il quale afferma che lo sport mondiale ha spinto Putin "sulla strada dell'aggressività".

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(9/16)
Il piano generale

Lo sport è come un sottomarino per Putin, come parte di un piano generale, però non alla vista, per "minare il mondo libero" e non solo in relazione all'investimento della Russia nelle Olimpiadi di Sochi 2014 e nella Coppa del Mondo del 2018.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(10/16)
Funzionari sportivi come agenti ausiliari

Kasparov critica il modo in cui i funzionari sportivi trattano Vladimir Putin, lasciando intendere anche che la vicinanza dello sport al Cremlino sia una questione di benefici reciproci.

Nella foto: il presidente del CIO Thomas Bach

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(11/16)
Migliorare l'immagine

"Lo sport internazionale è uno strumento utile per i dittatori", afferma Kasparov in un'intervista ad ARD. È una buona opportunità per migliorare la propria immagine in tutto il mondo.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(12/16)
Una rete di associazioni sportive

Le federazioni sportive sono utili a Putin per espandere nel mondo libero la sua rete di lobbisti e agenti, la più grande esistente.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(13/16)
Funzionari sportivi che prendono la strada più facile (ma non la più etica)

I funzionari sportivi hanno tutti legami diretti e indiretti con i dittatori di tutto il mondo, poiché è più facile negoziare con loro che richiedere sovvenzioni nei parlamenti." Una cena potrebbe bastare per ottenere soldi da Putin", afferma Kasparov.

Nella foto: Thomas Bach, Presidente del Comitato Olimpico internazionale.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(14/16)
Olimpiadi invernali 2022 in Cina

Colpisce il fatto che negli ultimi anni sempre più eventi sportivi abbiano avuto luogo in paesi sotto un governo autoritario.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(15/16)
Le associazioni sportive si allontanano

La rete e l'influenza di Putin nel mondo dello sport sono state, però, deteriorate dall'attacco all'Ucraina. Molte associazioni sportive gli hanno voltato le spalle.

Qual è (o era) una delle basi del potere e dell'influenza di Putin?
(16/16)
Una pausa nella tregua olimpica

Ora anche Thomas Bach dice addio a Vladimir Putin. E anche Andrew Parsons, presidente del Comitato Internazionale delle Paralimpiadi (IPC), che dallo stadio di Pechino ha lanciato un accorato appello: "Vi auguro ogni successo e buona fortuna. Grazie mille, pace!"

Más para ti