Matthew McConaughey visita la città natale di Uvalde, in Texas, dopo la strage

McConaughey mostra il suo appoggio a Uvalde
Una visita a casa dopo l'orribile evento
'Grazie Matthew per aver contribuito a curare la nostra comunità'
Nato a Uvalde
La madre di Matthew era un'insegnante a Uvalde
Un ragazzo texano
'Uvalde... il posto più perfetto per crescere i bambini'
'Non siamo responsabili dei diritti che le nostre libertà ci garantiscono'
'Che cosa apprezziamo veramente?'
'Come americani, texani... è ora di rivalutare'
'Dobbiamo riorganizzare i nostri valori...'
'Un'epidemia che possiamo controllare'
'...nessuna parola può comprendere o curare la tua perdita'
McConaughey ha preso in considerazione l'idea di candidarsi a governatore
Matthew non è stato troppo esplicito riguardo alle leggi sulle armi
'È troppo facile prendere una pistola, a volte'
'Mi è stato insegnato il modo giusto di rispettare quello strumento'
Matthew ha chiesto il divieto per le armi d'assalto per i civili
McConaughey mostra il suo appoggio a Uvalde

Dopo la sparatoria di massa alla Robb Elementary School che ha provocato la morte di 19 studenti e due insegnanti nella città natale di Matthew McConaughey, Uvalde, in Texas, l'attore pluripremiato ha cercato di mostrare il suo appoggio alla comunità.

Una visita a casa dopo l'orribile evento

McConaughey, 52 anni, si è recato in visita nella città in cui è cresciuto per offrire il suo sostegno alle famiglie e agli amici delle persone colpite dall'orrenda e tragica sparatoria del 24 maggio.

'Grazie Matthew per aver contribuito a curare la nostra comunità'

Il rappresentante Tony Gonzales ha condiviso un Tweet ringraziando Matthew per la sua visita all'Uvalde Civic Center il 27 maggio, scrivendo: "Grazie Matthew per aver aiutato a curare la nostra comunità. La tua visita ha portato così tanti volti sorridenti a Uvalde. A presto amico mio".

Foto: Twitter/TonyGonzales4TX

"Il male esiste nel mondo"

Inoltre, Gonzales, un repubblicano che rappresenta Uvalde al Congresso, ha scritto: "Questa settimana è stata un solenne promemoria del fatto che il male esiste nel mondo, ma non lasceremo mai che abbia la meglio su di noi. Ci uniremo per far sì che ci sia un promemoria ancora più potente: che l'amore non viene mai meno e insieme, possiamo cambiare le cose. Ringrazio Matthew McConaughey, nativo di Uvalde, che ci aiuta a curare le ferite".

Nato a Uvalde

Matthew McConaughey è nato a Uvalde, in Texas, nel 1969. Quest'ultima tragedia ha colpito casa sua da vicino.

Foto: Instagram@officiallymcconaughey

La madre di Matthew era un'insegnante a Uvalde

Secondo People, anche la madre di McConaughey era un'insegnante che ha lavorato per anni alla St. Philip's Episcopal School, a un miglio dalla Robb Elementary School, il luogo della sparatoria.

Un ragazzo texano

Matthew ha vissuto a Uvalde per i primi dieci anni della sua vita e nel 2020 ha visitato la città per uno spettacolo comico insieme a sua madre Kay e al fratello Mike.

Foto: Instagram@officiallymcconaughey

'Uvalde... il posto più perfetto per crescere i bambini'

Il trio ha partecipato a una sessione di domande e risposte con il pubblico in cui la madre di Matthew, Kay, ha affermato che "Uvalde era il posto più perfetto per crescere i bambini".

'Non siamo responsabili dei diritti che le nostre libertà ci garantiscono'

Dopo la diffusione della notizia della sparatoria, Matthew ha rilasciato una dichiarazione su Twitter e Instagram in cui si diceva: "Non siamo responsabili dei diritti che le nostre libertà ci garantiscono".

'Che cosa apprezziamo veramente?'

McConaughey ha scritto: "Il vero invito all'azione ora è che ogni americano si guardi allo specchio più a lungo e più in profondità e si chieda: 'Che cosa apprezziamo veramente? Come possiamo riparare il problema? Quali piccoli sacrifici possiamo fare prendere individualmente oggi, per preservare una nazione, uno stato e un quartiere più sani e sicuri domani?'"

'Come americani, texani... è ora di rivalutare'

L'attore di 'Dazed and Confused' ha continuato: "Non possiamo espirare ancora una volta, trovare scuse e accettare queste tragiche realtà come lo status quo. Come americani, texani, madri e padri, è tempo di rivalutare e rinegoziare i nostri desideri dalle nostre esigenze".

'Dobbiamo riorganizzare i nostri valori...'

Ha esortato gli americani a esaminare ciò che è veramente importante per loro: "Dobbiamo riorganizzare i nostri valori e trovare un terreno comune al di sopra di questa devastante realtà americana che è tragicamente diventata un problema per i nostri figli".

'Un'epidemia che possiamo controllare'

Matthew ha quindi lanciato un invito all'azione, dicendo: "Questa è un'epidemia che possiamo controllare, e da qualunque parte ci troviamo, sappiamo tutti che possiamo fare di meglio. Occorre agire in modo che nessun genitore debba sperimentare ciò che i genitori di Uvalde e gli altri prima di loro hanno dovuto sopportare".

'...nessuna parola può comprendere o curare la tua perdita'

Ha anche espresso le sue condoglianze e preghiere alle famiglie colpite dalla tragedia: "E a coloro che oggi hanno lasciato i loro cari non sapendo che era un addio, nessuna parola può comprendere o curare la vostra perdita, ma se le preghiere possono dare conforto, continueremo a farlo."

McConaughey ha preso in considerazione l'idea di candidarsi a governatore

McConaughey, che ha considerato di candidarsi come governatore dello stato del Texas l'anno scorso per NPR, nonostante le sue proteste, non ha offerto alcuna soluzione pratica per porre fine agli attacchi come quello avvenuto a Uvalde.

Matthew non è stato troppo esplicito riguardo alle leggi sulle armi

Sebbene Matthew per lo più ha mantenuto la bocca chiusa sulle sue opinioni politiche nel corso degli anni, in un'intervista con Joe Rogan nel 2020, l'attore ha condiviso i suoi pensieri su questa scottante questione.

Foto: L'esperienza di Joe Rogan/YouTube

'È troppo facile prendere una pistola, a volte'

McConaughey ha detto che a volte è "troppo facile procurarsi una pistola, dovrebbe esserci un controllo dei precedenti".

'Mi è stato insegnato il modo giusto di rispettare quello strumento'

Nel 2018, ha parlato al raduno March for Our Lives ad Austin, dicendo: "Ho molti amici che sono proprietari di armi. Ho molti amici che sono NRA. Sono cresciuto cacciando. Avevamo il porto d'armi, ma mi è stato insegnato il modo giusto di rispettare quello strumento".

Matthew ha chiesto il divieto per le armi d'assalto per i civili

L'attore ha quindi chiesto il divieto per le armi d'assalto per i civili e rafforzando i controlli dei precedenti penali.

Más para ti