Maldive, Las Vegas e altre località turistiche che potrebbero scomparire

Paradisi in pericolo
Località turistiche che potrebbero scomparire
Le Maldive
Le Maldive
Las Vegas (Stati Uniti)
Amazzonia
Venezia
Gran Barriera Corallina (Australia)
Bahamas 
Napoli
Taj Mahal (India)
Piramidi (Egitto)
Isole Galapagos (Ecuador)
Everglades (Stati Uniti)
Grande Muraglia Cinese
Moschee di Timbuctù (Mali)
Le Alpi
Machu Picchu (Perú)
Kilimangiaro (Tanzania)
Perito Moreno in Patagonia (Argentina e Cile)
Tikal (Guatemala)
Mar Morto (Giordania e Israele)
Foreste del Madagascar
Paradisi in pericolo

Inquinamento, riscaldamento globale, aumento delle temperature, innalzamento del livello del mare, disastri naturali, turismo di massa... Che cosa hanno in comune?

Foto: Unsplash - Ibrahim Mushan

Località turistiche che potrebbero scomparire

In sostanza, sono problemi globali che stanno mettendo in pericolo alcune note destinazioni turistiche che potrebbero scomparire a breve, indovinate quali sono?

Foto: Unsplash - Grant Cai

Le Maldive

L'80% di questo insieme di quasi 1.200 isole si trova nell'estremo sud dell'India, a solo un metro sul livello del mare, quindi l'innalzamento del livello degli oceani potrebbe essere un problema a medio termine.

Foto: Unsplash - Ishan

Le Maldive

Se l'Oceano Indiano mantenesse il suo ritmo attuale, si stima che in 40 anni aumenterebbe tra i 20 ei 30 centimetri ed entro il 2100, 8 delle 10 isole che compongono le Maldive sarebbero sommerse per sempre dal mare.

Foto: Unsplash - Masroor Ahmed

Las Vegas (Stati Uniti)

La città si trova nel mezzo del deserto del Mojave, quindi l'approvvigionamento idrico è sempre più complicato. L'unica riserva idrica è il lago artificiale Mead, che fornisce il 90% della domanda ma si sta prosciugando a causa del riscaldamento globale, mettendo in pericolo la città.

Foto: Unsplash - Julian Paefgen

Amazzonia

La più grande foresta tropicale del mondo, il polmone del pianeta, è in grave pericolo a causa del disboscamento e dell'espansione incontrollata dell'agricoltura.

Foto: Unsplash - Nate Johnson

Venezia

Venezia sta affondando a una velocità di 4 cm ogni 20 anni. I calcoli stimano che la romantica città, se non s'interviene con una soluzione, scomparirebbe in soli 70 anni.

Foto: Unsplash - Canmandawe

Gran Barriera Corallina (Australia)

La Gran Barriera Corallina, che può essere vista dallo spazio, potrebbe scomparire prima del 2030 a causa dell'inquinamento e dell'aumento dell'acidità delle acque del pianeta.

Foto: Unsplash - Geonadir

Bahamas 

Il paradiso con le acque più limpide del pianeta potrebbe essere sepolto sott'acqua a causa dell'innalzamento del livello del mare, il che significherebbe la perdita di villaggi, spiagge e intere coste.

Foto: Unsplash - Marina Tolsá

Napoli

La città italiana si trova a soli 14 chilometri dal Vesuvio, uno dei vulcani attivi più pericolosi al mondo.

Foto: Unsplash - Ellena McGuinness

Taj Mahal (India)

Una delle sette meraviglie del mondo moderno accoglie, ogni anno, milioni di turisti, responsabili in parte del degrado dell'ambiente, a tal punto che le autorità indiane hanno addirittura pensato di chiuderla al pubblico.

Foto: Unsplash - Julian Yu

Piramidi (Egitto)

L'unica delle Sette Meraviglie del Mondo Antico che è ancora in piedi, nonostante l'inquinamento, il turismo e la corrosione della sabbia che minacciano di farne un bel ricordo.

Foto: Unsplash - Fynn Schmidt

Isole Galapagos (Ecuador)

Il paradiso che ha ispirato la teoria dell'evoluzione di Darwin, un'area con una biodiversità unica, è in pericolo a causa del turismo di massa e delle navi da crociera che ogni giorno arrivano nella zona.

Foto: Unsplash - Gabriel Aguirre

Everglades (Stati Uniti)

La prima riserva naturale protetta del paese è ora la più minacciata. Lo sviluppo urbano è diventato una vera e propria minaccia per l'ambiente.

Foto: Unsplash - Jonathan Martin

Grande Muraglia Cinese

La più grande costruzione umana del mondo è sopravvissuta senza problemi per 2000 anni ma, negli ultimi decenni, il turismo di massa, il vandalismo e la mancanza di manutenzione l'hanno messa in pericolo. Potrebbe andare in rovina prima del 2040.

Foto: Unsplash - William Olivieri

Moschee di Timbuctù (Mali)

Un Patrimonio dell'Umanità in pericolo per tre motivi: le alte temperature, l'aumento delle piogge e la minaccia jihadista nella zona.

Le Alpi

Essendo una catena montuosa più bassa rispetto ad altre, il cambiamento climatico favorisce la perdita del 3% di ghiaccio ogni anno. Di questo passo, le Alpi arriverebbero al 2050 senza ghiaccio.

Foto: Unsplash - Jonas Verstuyft

Machu Picchu (Perú)

Un'altra delle sette meraviglie del mondo moderno che il turismo ha messo in pericolo. Il massiccio afflusso di persone rende il rischio di frane che potrebbero distruggere il complesso, una realtà da tenere in considerazione.

Foto: Unsplash - Miguel Junco

Kilimangiaro (Tanzania)

La montagna più grande dell'Africa (5.895 metri) ha perso quasi il 90% della neve accumulata nell'ultimo secolo. Se la situazione non cambia, nel 2035 non ci sarà più neve.

Foto: Unsplash - Kristoffer Darj

Perito Moreno in Patagonia (Argentina e Cile)

Il maestoso ghiacciaio è una delle mete turistiche di maggior impatto al mondo e, nonostante la sua magnificenza, la mancanza di pioggia e l'aumento delle temperature potrebbero portare alla sua scomparsa.

Foto: Unsplash - Pedro Lima

 

Tikal (Guatemala)

Queste rovine Maya sono il punto di maggior turismo in Guatemala. Nonostante ciò, il saccheggio illegale e l'incendio di foreste hanno messo in pericolo questa località storica.

Foto: Unsplash (Hector Pineda)

Mar Morto (Giordania e Israele)

Il fiume Giordano è l'unica fonte d'acqua per il lago salato più grande del mondo, quindi se la Giordania e Israele continuano a sfruttare eccessivamente le sue acque, il Mar Morto potrebbe scomparire prima del 2075. Il flusso dal fiume Giordano al Mar Morto si è già ridotto  98%.

Foto: Unsplash (Craig Vodnik)

Foreste del Madagascar

Il Madagascar è passato da 300.000 chilometri quadrati di giungla a soli 50.000. Se la deforestazione causata dall'uomo non viene frenata, la quarta isola più grande del mondo potrebbe rimanere senza foreste prima del 2060.

Dove si trovano i fari più belli del mondo?

Más para ti