L'NBA è in lutto: Caleb Swanigan è morto all'età di 25 anni

Un addio prematuro
Cause naturali
Destinazione Portland
'Biggie' era una promessa
Alla NBA con lode
26° posto nel Draft 2017
Un Draft competitivo
Da Portland a Sacramento e ritorno
Il 2020
Medie scarse
E Caleb Swanigan è scomparso
Arrestato e condannato
Una vita complicata
Scarsi mezzi
Università del Perù
Portland Trail Blazers e Lillard
Un addio prematuro

Shock e lacrime nell'NBA. Il giovane Caleb Swanigan, ex Portland e Sacramento, è morto all'età di 25 anni. È stato Shams Charania, di 'The Athletic', a dare la triste notizia attraverso il suo account Twitter.

Cause naturali

L'ufficio del medico legale della contea di Allen ha confermato a Wane 15 che l'atleta è morto per cause naturali nella sua casa di Fort Wayne.

Destinazione Portland

Il giovane giocatore era stato scelto al 26° posto nel primo round del Draft 2017 dai Portland Trail Blazers. La franchigia dell'Oregon ha optato per l'attaccante dopo un periodo di successo nella NCAA dove, dopo essersi impegnato nello stato del Michigan, ha deciso di rompere l'accordo e rimanere nella sua nativa Indiana.

'Biggie' era una promessa

Così, nel maggio 2015, Caleb Swanigan è entrata a far parte della Purdue University Boilermakers. "Biggie", come lo chiamavano i suoi compagni di squadra, ha giocato due stagioni al Purdue, con una media di 14,4 punti, 10,4 rimbalzi e 2,4 assist a partita.

Alla NBA con lode

I suoi numeri lo hanno portato ad essere nel miglior quintetto della Big Ten Conference e ad essere scelto come Miglior Giocatore dell'Anno dagli allenatori e dalla stampa specializzata. Il futuro di Caleb Swanigan puntava sull'NBA.

26° posto nel Draft 2017

In effetti, è riuscito a entrare nel primo round del Draft 2017. Un primo round con 30 nomi tra cui Markelle Fultz (1), Lonzo Ball (2), Jayson Tatum (3), Bam Adebayo (14) o John Collins (19) .

Un Draft competitivo

Per metterlo in prospettiva, Caleb Swanigan (26) è stato scelto su Kyle Kuzma (27), Derrick White (29) o Josh Hart (30). Nonostante le buone previsioni che aveva Caleb Swanigan, il suo tempo in NBA non è stato affatto fruttuoso.

Da Portland a Sacramento e ritorno

Ha trascorso una stagione e mezza a Portland, prima di essere trasferito ai Sacramento Kings, dove ha passato un'altra stagione e mezza, tornando poi ai Portland Trail Blazers, dopo aver superato la Development League.

Il 2020

Tornando in Oregon, la brusca fine del campionato è avvenuta, nel marzo 2020, a causa della pandemia causata dal coronavirus. Caleb Swanigan avrebbe rifiutato di giocare nella famosa "bolla" che la NBA aveva creato e che ha permesso di concludere la stagione a Disneyland (Orlando) e con i Los Angeles Lakers da campioni.

Medie scarse

Infine, nelle tre stagioni come giocatore dell'NBA, ha accumulato un totale di 75 partite, con medie ben al di sotto delle aspettative: 2,3 punti e 2,9 rimbalzi.

E Caleb Swanigan è scomparso

Dopo la pandemia, Caleb Swanigan è scomparso dai riflettori e il mondo è tornato a parlare di lui solo successivamente, in occasione del suo arresto, a fine 2020, per possesso di sostanze proibite.

Arrestato e condannato

Davanti al giudice, all'inizio del 2021, si è dichiarato colpevole di un'accusa di possesso di sostanza minori e ha ricevuto una condanna a 180 giorni di lavoro e cure comunitarie per superare le sue dipendenze, che lo hanno salvato dal carcere.

Una vita complicata

La vita di Caleb Swanigan non è mai stata facile. Cresciuto in una famiglia di pochi mezzi con altri cinque fratelli, ha trascorso gran parte della sua infanzia in affido nello Utah e nell'Indiana. Il motivo erano le dipendenze di suo padre.

Scarsi mezzi

La mancanza di risorse finanziarie della famiglia ha portato Biggie a mangiare junk food a basso costo per anni, il che lo ha portato a pesare 180 chili a soli 13 anni. L'ingresso alla Purdue University lo ha aiutato a rimettere in sesto la sua vita e gli ha aperto le porte della NBA.

Università del Perù

Proprio l'Ateneo che ha ottenuto la sua migliore performance lo ha salutato con un tributo emotivo condiviso sui social. "Il mondo perde un'anima gentile che ha avuto un impatto su tutti quelli che l'hanno conosciuto. Ti amiamo Biggie."

Foto: Instagram - @boilerball

Portland Trail Blazers e Lillard

Anche i Blazers hanno dato l'addio a Caleb Swanigan sui social. "Abbiamo il cuore spezzato dalla morte del nostro ex giocatore. Riposa in pace, Biggie". Un messaggio che ha condiviso anche Damian Lillard, star di Portland e compagno di Caleb Swanigan durante la sua permanenza in Oregon.

Foto: Instagram - @trailblazers

Más para ti