La leggendaria carriera di Cher, icona del pop e del cinema

Una lunga carriera e una vita intensa
Cherilyn Sarkisian
Una famiglia distrutta
La madre di Cher faceva l'attrice
Cher ha una sorellastra
Umili origini
Cher adorava Audrey Hepburn
Ha sempre voluto essere famosa
Cher abbandona gli studi
Tutto ha inizio a Los Angeles
L'incontro con Sonny
Sonny ha aiutato Cher a pubblicare il suo primo singolo
Ringo, I love you
La gente credeva che Cher fosse un uomo
Sonny & Cher: prima amici, poi amanti
Caesar & Cleo
Successo con una cover di Bob Dylan
Ansia da palcoscenico
I got you babe
La coppia mitica degli anni '60
Cher ha continuato ad avere successo come artista solista
Sonny & Cher erano troppo
La nascita di Chaz
Indebitati
Sonny & Cher tentano la sorte in TV
Il ritorno di Cher come artista solista
Il divorzio
Di nuovo insieme per lavoro
Il debutto di Cher a Broadway
Oscar come migliore attrice
Altri album da solista negli anni '80 e il debutto come regista
'Believe' ha venduto 11 milioni di copie
Il secondo residency show a Las Vegas
Cher adora creare musica
Mamma mia!
Il profumo genderless di Cher
La sua prima canzone in spagnolo
Doppiaggio
Tra gli artisti musicali più venduti al mondo
È difficile credere che abbia 76 anni!
Una lunga carriera e una vita intensa

Cher è una delle dive più famose e affascinanti di tutti i tempi. Questa splendida cantante, attrice, modella e icona di stile ha appena compiuto la bellezza di 76 anni! Scopri insieme a noi alcuni dei fatti più sorprendenti ed emozionanti della vita e della carriera di Cher.

Cherilyn Sarkisian

Cherilyn Sarkisian (questo il suo vero nome) è nata il 20 maggio 1946 ed è cresciuta nella zona di San Fernando Valley, nella contea di Los Angeles. Cher ha origini armene da parte del padre e radici irlandesi, inglesi, tedesche e cherokee da parte della madre.

(Foto: Twitter@cher)

Una famiglia distrutta

I genitori di Cher avevano un rapporto complicato a causa dei problemi col gioco d'azzardo e di abuso di sostanze del padre, John Sarkisian, che lavorava come camionista. Quando Cher aveva solo pochi mesi, suo padre abbandonò lei e sua madre.

La madre di Cher faceva l'attrice

Sua madre Jackie Jean Crouch (in arte Georgia Holt) lavorava come attrice in programmi TV e come modella. La Holt appare in serie televisive come "Lucy ed io" e "Studio 57".

Cher ha una sorellastra

Georgia Holt si risposò presto con il collega attore John Southall con il quale ebbe un'altra figlia di nome Georganne. La coppia rimase insieme fino a quando Cher aveva 9 anni e Southall fu come un padre per lei.
Nella foto: la madre di Cher nel maggio del 2021 a 95 anni.

(Foto: Twitter@cher)

Umili origini

Dopo il divorzio della madre da John Southall, Cher e la sorella Georganne sono cresciute in circostanze molto umili. La madre si è risposata e divorziata più volte e per questo motivo la famiglia era costretta a spostarsi costantemente per tutto il Paese. Cher ha raccontato che, a causa della loro situazione economica molto precaria, teneva insieme le scarpe con degli elastici e sua madre dovette persino affidarla alle cure di un orfanotrofio per un periodo.

Cher adorava Audrey Hepburn

Da piccola, Cher era affascinata dalle star del cinema. Audrey Hepburn era uno dei suoi idoli e il suo film preferito era "Colazione da Tiffany". Cher ha poi ammesso di essersi ispirata al personaggio di Audrey nella pellicola e ha persino cercato di ricreare i suoi outfit.

Foto: screenshot del film

Ha sempre voluto essere famosa

Cher amava la recitazione e lo spettacolo fin da piccola e spesso interpretava ruoli maschili nelle recite scolastiche a causa della sua voce dal timbro particolare. Sebbene volesse diventare attrice o cantante, credeva di non avere abbastanza talento per farlo. Così decise che da grande sarebbe semplicemente diventata famosa, anche se non sapeva per cosa lo sarebbe stata.

Cher abbandona gli studi

A 16 anni Cher decide di abbandonare la scuola. L'artista ha dichiarato di non essere mai stata veramente presente a scuola, dato che pensava solo a crescere e diventare famosa.

Nella foto: un ritratto di Cher dal suo annuario del liceo.

(Foto: Owl, annuario della Fresno High School, Fresno, California, Stati Uniti)

Tutto ha inizio a Los Angeles

In questo periodo Cher va via di casa e si trasferisce a Los Angeles con un'amica, dove lavora e prende lezioni di recitazione.

L'incontro con Sonny

Cher lavora come ballerina in piccoli locali sulla Sunset Strip e sfrutta la sua natura estroversa per cercare contatti importanti tra i clienti, come artisti, agenti e manager. Cher è alla ricerca disperata di qualcuno che l'aiuti a fare strada quando conosce Sonny Bono nel 1962.

Sonny ha aiutato Cher a pubblicare il suo primo singolo

Sonny Bono, che lavora per una casa discografica, offre a Cher un lavoro come domestica, che lei accetta con entusiasmo. Ben presto, la cantante riesce a pubblicare il suo primo singolo.

(Foto: Joop van Bilsen / Anefo - GaHetNa, Nationaal Archief NL)

Ringo, I love you

All'età di 18 anni, pubblica il suo primo singolo chiamato "Ringo I Love You" con il nome d'arte di Bonnie Jo Mason. Il singolo non ha alcun successo a causa di una certa ambiguità dal punto di vista canoro...

La gente credeva che Cher fosse un uomo

Il pubblico radiofonico scambia Cher per un uomo dovuto alla sua voce profonda, convinto che la canzone sia un'ode d'amore omosessuale nei confronti del batterista dei Beatles Ringo Starr.

Sonny & Cher: prima amici, poi amanti

Cher e Sonny sono molto amici e ben presto si innamorano. Ma il loro non è amore a prima vista. Cher ha rivelato che la prima cosa che l'ha colpita di Sonny sono stati i suoi capelli, descrivendoli come "una via di mezzo tra Cesare e Napoleone". Nell'ottobre del 1964, la coppia si sposa con un matrimonio non ufficiale a Tijuana, in Messico.

Caesar & Cleo

Poiché il singolo di Cher è un flop assoluto, alla fine del 1964 lei e Sonny decidono di unire le forze e diventare un duo di cantanti con lo pseudonimo di Caesar & Cleo; tuttavia, le canzoni pubblicate dai due non hanno molto successo.

Successo con una cover di Bob Dylan

Nel 1964 la Liberty Records's Imperial ingaggia Cher, scritturandola come artista solista e affidando a Sonny il ruolo di produttore. Sotto lo pseudonimo di "Cherilyn", Cher pubblica "Dream Baby", che riscuote un discreto successo. Il singolo successivo, una cover di "All I really want to do" di Bob Dylan, raggiunge il numero 15 della "Billboard Hot 100" nel 1965 e rappresenta la vera svolta nella carriera musicale di Cher.

Ansia da palcoscenico

Nonostante il successo di Cher come artista solista, la coppia vuole esibirsi di nuovo insieme. Parte della motivazione che spinge la cantante a esibirsi con Sonny è che soffre di ansia da palcoscenico. Quando si esibisce con lui, vince ogni timore guardandolo mentre canta.

I got you babe

Nel 1965 il duo pubblica il primo album come "Sonny & Cher" intitolato "Look at us". L'album contiene l'iconica canzone "I got you babe", che li trasforma in pop star internazionali. Il brano raggiunge rapidamente il primo posto nella classifica di Billboard, diventando una delle canzoni più famose degli anni '60.

(Foto: Tower Comics, autore sconosciuto)

La coppia mitica degli anni '60

Tra il 1965 e il 1972 la coppia è inarrestabile e pubblica dieci hit che finiscono in vetta alle classifiche, tra cui: "I got you babe", "Baby don't go", "The beat goes on", "All I ever need is you" e "A cowboy's work is never done". Nel dicembre del 1967 avevano già venduto più di 40 milioni di dischi in tutto il mondo, diventando il duo preferito del pop rock.

Cher ha continuato ad avere successo come artista solista

Mentre Sonny & Cher erano in piena attività, nel 1966 la cantante avvia la sua carriera solista con l'uscita del suo debutto da un milione di copie "Bang Bang (My baby shot me down)".

Sonny & Cher erano troppo "quadrati" per la scena musicale degli anni '70

Tuttavia, mentre il mondo cambiava, Sonny e Cher sono presto caduti in disgrazia; la generazione più giovane li trovava "troppo quadrati" per i tempi. La loro posizione nei confronti della monogamia e delle sostanze psicotrope e il loro stile musicale si sono presto rivelati troppo antiquati per le nuove generazioni.

La nascita di Chaz

Il 1969 regala alla coppia una grande gioia con la nascita del figlio Chaz Bono, ma anche una brutta delusione quando perde il contratto con l'etichetta discografica.

Indebitati

Nel tentativo di recuperare la fama, Sonny e Cher ipotecano la loro casa per realizzare un film d'arte di scarso successo che li porta a indebitarsi e persino un'esibizione "per adulti" che molti definiscono semplicemente "deprimente".

Sonny & Cher tentano la sorte in TV

A partire dal 1971, Cher e Sonny conducono uno spettacolo di varietà chiamato "The Sonny & Cher Comedy Hour". Andato in onda fino al 1979, lo show televisivo è stato una vetrina per lo stile personale unico e spettacolare di Cher.

Nella foto: Sonny e Telly Savalas in "The Sonny & Cher Comedy Hour".

(Foto: CBS)

Il ritorno di Cher come artista solista

Nei primi anni '70, Cher continua a pubblicare canzoni come artista solista, scalando le classifiche di Billboard con hit come "Gypsies, tramps & thieves" e "Dark lady".

Il divorzio

Nel 1975 Sonny e Cher divorziano; la loro relazione non andava bene da un po' di tempo. A causa dei problemi che affronta la coppia, il loro varietà viene interrotto nel maggio 1974.

Di nuovo insieme per lavoro

Tuttavia, la coppia divorziata si ricongiunge professionalmente per rilanciare il programma nel 1976 con il nome di "The Sonny & Cher Show". Lo show è andato in onda fino al 1979, quando Cher ha pubblicato il suo fortunato album di musica disco "Take me home".

Il debutto di Cher a Broadway

Nel 1976 Cher fa il suo debutto a Broadway nella commedia di Ed Graczyk "Come Back to the Five and Dime, Jimmy Dean, Jimmy Dean". Più tardi, nel 1982, recita nell'adattamento cinematografico indipendente dell'opera teatrale, che ottiene un notevole successo.

Oscar come migliore attrice

Cher ha continuato ad avere molto successo negli anni '80 sia come cantante che come attrice. Nel 1980 inizia un residency show di due anni a Las Vegas. Successivamente appare nei film "Silkwood" (1983), "Dietro la maschera" (1985) e "Stregata dalla luna" (1987), per il quale vince l'Oscar come migliore attrice.

Altri album da solista negli anni '80 e il debutto come regista

Fino alla fine degli anni '80, Cher si concentra sulla sua carriera musicale, pubblicando tre album rock: "Cher" (1987), "Heart of stone" (1989) e "Love hurts" (1991). Inoltre contribuisce alla colonna sonora del film "Sirene" (1990), di cui è anche protagonista, e debutta come regista nel 1996 con il film TV "Tre vite allo specchio".

'Believe' ha venduto 11 milioni di copie

Anche se Cher aveva già alle spalle un'impressionante carriera trentennale, il suo più grande successo doveva ancora arrivare. Il suo album dance-pop "Believe", pubblicato nel 1998, è stato il suo disco di maggior successo. Il singolo, intitolato anch'esso "Believe", è diventato uno dei brani più venduti di tutti i tempi, con oltre 11 milioni di copie vendute.

Il secondo residency show a Las Vegas

Nel 2005 Cher conclude il suo tour d'addio durato tre anni e nel 2008 inizia un residency show di tre anni al Caesars Palace di Las Vegas.

Cher adora creare musica

Anche se ha già realizzato un tour d'addio, Cher non riesce a stare lontana dalla musica. Nel 2013 l'artista pubblica il suo primo album in 12 anni, che ha ancora più successo in classifica rispetto a "Believe" del 1998. L'album intitolato "Closer to the truth" si classifica subito al terzo posto della Billboard 200.

Mamma mia!

Quando sei nata per esibirti come Cher, non puoi proprio stare lontana dal palcoscenico! Nel 2018, l'artista fa il  suo ritorno sul grande schermo recitando nella commedia musicale "Mamma Mia! Ci risiamo", il sequel di "Mamma Mia!" del 2008.

Il profumo genderless di Cher

Nel 2019 Cher lancia un profumo genderless chiamato "Cher Eau de Couture" e nel 2020 viene annunciato che sarebbe diventata il nuovo volto della marca di moda Dsquared.

(Foto: Instagram @cher)

La sua prima canzone in spagnolo

Il 2020 vede anche l'uscita della prima canzone di Cher in spagnolo intitolata "Chiquitita", una cover di un brano degli ABBA. I proventi del singolo sono stati interamente devoluti all'UNICEF per contribuire alla lotta contro la pandemia di COVID-19.

(Foto: Instagram @cher)

Doppiaggio

Nonostante la pandemia, Cher è stata molto impegnata nel 2020. Presta la sua voce nel film d'animazione "Bobbleheads: The Movie", dove interpreta una versione bobblehead di se stessa. È anche entrata nella lista dei "Migliori attori del 2020" stilata dal New York Times Magazine, ma per il suo ruolo nel film del 1987 "Stregata dalla luna".

Tra gli artisti musicali più venduti al mondo

Con oltre 100 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, Cher è una degli artisti più di successo della storia musicale contemporanea. Oltre alle sue doti musicali e interpretative, ha dimostrato di avere anche un grande cuore con il suo impegno in iniziative filantropiche e di attivismo sociale.

È difficile credere che abbia 76 anni!

All'età di 76 anni, Cher sembra ancora una ragazzina! Non vediamo l'ora di sapere quali saranno i prossimi progetti di una delle star più amate di sempre.

(Foto: Instagram @cher)

Más para ti