Le star che sono un vero incubo per gli hotel

Celebrità che non sono proprio ospiti modello
Non è solo combinare guai
Nicole Kidman
Charlie Sheen
Lady Gaga
Rolling Stones
Jennifer Lopez
Emme e Maxi: i discendenti di JLo
Florence Welch
Madonna
Miley Cyrus
Bruce Willis
Katy Perry
Johnny Depp e Kate Moss
Mariah Carey
Il benvenuto da diva
Britney Spears
Lindsay Lohan
LiLo dà la colpa al produttore
John Travolta
Nirvana
Courtney Love
Amanda Bynes
Amy Winehouse
Celebrità che non sono proprio ospiti modello

Alloggiare una o più celebrità può permettere ad un hotel di fare un salto di qualità per la pubblicità che ottiene. Ma può anche essere il peggior incubo per i loro proprietari e direttori. Sì, quello nell'immagine è un ospite, diciamo... problematico. Ma ce ne sono altre.

Non è solo combinare guai

E quando diciamo 'incubo' non ci riferiamo solo al rompere i mobili, fare rumore o dar fuoco alla stanza: ci riferiamo anche ad alcune richieste impossibili fatte dalle star. Vediamo.

Nicole Kidman

L'attrice premio Oscar è molto esigente quando si tratta di dormire. Vai in hotel con le sue lenzuola e lascia istruzioni e disegni su come rifare il letto. Lo hanno raccontato due ex lavoratori del Four Seasons Hotel di Chicago nel loro libro "Great Reservations"

Charlie Sheen

La ABC ha riferito, all'epoca, che l'attore è stato trovato ubriaco e nudo in una stanza del Plaza Hotel di New York nel 2010. La notte nella stanza gli era costata 995 dollari: per Charlie, però, il conto alla fine è stato un po' più salato.

Lady Gaga

Tra le altre richieste, l'artista è arrivata a chiedere che la sua camera d'albergo fosse tappezzata di poster dei Queen, di Bowie e di Elton John. Rose bianche, gialle e lavanda, oltre a divani in pelle bianca e un menu di pane, burro di arachidi a basso contenuto calorico, cereali, frutta, hummus e guacamole fatto in casa, secondo Yahoo. Leggenda o realtà?

Rolling Stones

Gli hotel che ospitavano la leggendaria band arrivarono a eliminare gli oggetti di valore dalle stanze durante l'epoca selvaggia della band. Ciò non ha impedito a Keith Richards nel 1972 di lanciare un televisore fuori dalla finestra dell'attico della Continental Hyatt House di Los Angeles, dove la band era ospitata.

Jennifer Lopez

JLo va  in ogni hotel con le sue lenzuola, come Nicole Kidman, e spiega che è perché preferisce i tessuti con un minimo di 250 fili. Se non gradisce l'illuminazione, chiede che venga cambiata, oltre a richiedere rubinetti dorati e nuovi servizi igienici. Tutto nella stanza dovrebbe essere bianco, niente cioccolatini o aperitivi, e dovrebbe avere una sedia per il trucco e una palestra privata. Infinite richieste pubblicate su riviste tendenti al sensazionalismo e a cui, in verità, non crediamo affatto.

Emme e Maxi: i discendenti di JLo

Quando i suoi figli erano piccoli, Jennifer Lopez chiedeva loro una stanza piena di giocattoli. Dai, Emme Maribel e Maximilian David non si annoiavano.

Florence Welch

In Gothamist, nel lontano 2012, hanno raccontato di come la situazione sia sfuggita di mano alla cantante durante una festa al Bowery Hotel di New York: dopo 17 Martini, ha perso il telefono, si è rotta un dente e ha finito per dare fuoco alla sua stanza. C'era anche Kanye West.

Madonna

Se la Regina del Pop va in un hotel, chiede un nuovo bagno in camera. La cosa divertente è che quando se ne va, chiede che venga distrutto in modo che non possa essere venduto o messo all'asta. Sì, anche questo sembra più una leggenda che realtà.

Miley Cyrus

Se l'hotel in cui va non ammette animali domestici, li porta di nascosto. Inoltre, all'artista piace avere centinaia di rose rosse nella stanza e un profumo per ambienti alla vaniglia. Goloso, ma delizioso.

Bruce Willis

Curioso il caso dell'attore. Quando era al culmine della sua carriera, le sue feste in hotel erano leggendarie. Ciò si scontrava, però, con la sua mania per la pulizia, che lo portava a rimuovere mobili, ornamenti e persino tappeti in modo che non si macchiassero.

Katy Perry

La cantante ha confessato di non poter fare a meno di prendere cose dagli hotel dove alloggia. I cuscini sono i suoi preferiti, ma non ha remore a scegliere anche altri oggetti.

VEDI ANCHE: Le star che sono state beccate a rubare

 

Johnny Depp e Kate Moss

La coppia ha accusato un armadillo dei danni causati alla stanza del Mark Hotel di New York. Correva l'anno 1994 e, se la stanza inizialmente costava 2.200 dollari, il conto che l'attore finì per pagare, sicuramente aggiungeva almeno uno zero.

Mariah Carey

La grande diva degli anni '90 chiedeva sempre una palestra accanto alla sua suite e prenotava anche le restanti suite per ospitare il suo staff, che non era mai ridotto. Per fare il bagno, chiedeva acqua minerale francese e sali del Mar Morto per fare un peeling. Anche questa una leggenda?

Il benvenuto da diva

Ora, la più grande storia di Mariah Carey è avvenuta al Baglioni Hotel di Londra, nel lontano 2005, quando ha chiesto un tappeto rosso con candele bianche attorno per il suo benvenuto.

Britney Spears

Il Four Seasons di Los Angeles, secondo il New York Post, ha nominato la Principessa del Pop persona non grata dopo aver fumato nei locali dell'hotel e aver permesso ai suoi cuccioli di fare i loro bisogni in una delle suite più esclusive. Era l'anno 2007.

Lindsay Lohan

TMZ ha parlato con il manager dello Chateau Marmont di Los Angeles nel 2012, il quale ha confessato che LiLo doveva loro 46.350 dollari. Era la somma di diverse settimane di permanenza e della rottura di vari oggetti. La suite 33 dell'hotel ha assistito a come l'attrice abbia accumulato spese per minibar ($ 3.145), ristoranti ($ 2.000) o richieste di servizio in camera ($ 685 accumulati in un solo giorno).

LiLo dà la colpa al produttore

Naturalmente, secondo 'E! Online", l'attrice ha affermato che pensava che queste spese sarebbero state sostenute dalla casa di produzione di "Liz & Dick", un film che stava girando in quel momento.

John Travolta

Se Travolta prenota una stanza, nessuno dovrebbe utilizzarla già dalle 24 ore precedenti, per non lasciare cattivi odori. Inoltre, deve avere lenzuola nuove e un massaggiatore a sua disposizione.

 

Nirvana

È stato il giornalista di MTV Kurt Loder ad affermare di aver visto Dave Grohl e Krist Novoselic vandalizzare una stanza d'albergo del Minnesota. La notte della furia cieca sarebbe costata loro $ 19.000. Un classico del comportamento rock.

Courtney Love

I lavoratori dell'Inn Hotel di Manhattan sono rimasti stupiti nel 2009 dalla quantità e dal grado di distruzione che la cantante è riuscita a raggiungere in sole otto ore, secondo quanto riportato da The Post. E quasi meglio non entrare nel dettaglio di ciò che hanno trovato nella stanza. 5.000 dollari è stato il prezzo da pagare per quelle otto ore.

Amanda Bynes

Correva l'anno 2013 quando Amanda Bynes era entrata in una spirale di problemi senza fine. Ciò la portò ad essere espulsa dal Ritz Carlton Hotel di Manhattan. Il motivo? Il suo comportamento e la quantità di sporcizia che ha accumulato nella stanza. Il conto è stato di $ 9.000 per nove giorni, secondo il Daily Mail.

Amy Winehouse

Correva l'anno 2007 e la sfortunata cantante devastò una stanza del Riverbank Plaza Hotel di Londra. Secondo The Sun, l'artista ha lasciato il bagno nero a causa della sua tintura per capelli, la stanza piena di mozziconi e bottiglie, la tappezzeria fradicia e la sua biancheria intima (usata) per tutta la stanza.

POTREBBE INTERESSARTI: Le star che hanno conosciuto la povertà

Más para ti