Le 16 difficili operazioni che ha dovuto affrontare Sarah Hyland, star di 'Modern Family'

Una salute delicata
Alter ego di Haley Dunphy
Displasia renale
16 operazioni dal 2012
Confessioni alla 'mamma'
Primo trapianto
Rene rigettato
Con dubbi e sensi di colpa
Depressione e brutti pensieri
La dialisi è stata molto difficile
Secondo trapianto
Ci sono voluti anni, ma lo ha superato
Aveva 21 anni quando ha subito la prima operazione
Problemi inaspettati
Endometriosi ed ernia addominale
Dolore su dolore
Durante le riprese
Vuoti di memoria
Sempre stanca
Convivere con il dolore
Wells Adams
Sempre in contatto
Tutto superato (per adesso)
Una pandemia complicata
Una salute delicata

Sarah Hyland è conosciuta in tutto il mondo per aver dato vita ad Haley Dunphy in una delle migliori commedie del XXI secolo: 'Modern Family'.

Alter ego di Haley Dunphy

Per 11 stagioni e 234 episodi, l'attrice ha interpretato la figlia maggiore dei Dunphy, diventando una star televisiva.

Displasia renale

Quello che non tutti sanno è che, parallelamente alle riprese della serie, Sara Hyland ha dovuto fare i conti con gravi problemi, dovuti alla displasia renale di cui soffriva.

16 operazioni dal 2012

La situazione è stata così grave che, finora, l'attrice è stata operata 16 volte, tra cui due trapianti di rene.

Confessioni alla 'mamma'

È stata la stessa Sarah Hyland a parlare della  sua salute nel podcast 'Quitters' che (cose strane della vita) conduce Julie Bowen, sua madre Claire in 'Modern Family'.

Primo trapianto

Il suo primo trapianto di rene è avvenuto nel 2012, il donatore fu suo padre.

 

Rene rigettato

Tutto stava andando bene fino a quando, quattro anni dopo, il suo corpo ha rigettato l'organo e ha dovuto ricominciare tutto il processo da capo.

Con dubbi e sensi di colpa

"Quando un membro della tua famiglia ti dà una seconda possibilità di vita e ciò fallisce, ti senti molto in colpa", ha confessato Sarah Hyland alla rivista 'Self'.

Depressione e brutti pensieri

La depressione ha portato l'attrice a pensare di togliersi la vita, come ha confessato lei stessa a 'Self'.

 

La dialisi è stata molto difficile

Poi è arrivato un nuovo donatore. L'attrice, che all'epoca aveva 26 anni, conviveva regolarmente con la dialisi.

Secondo trapianto

Finalmente, nel maggio 2017, è arrivato il rene compatibile per Sarah Hyland, quello di suo fratello Ian.

"Non volevo deludere mio fratello"

Ovviamente, l'attrice era spaventata ma non per se stessa. "Non volevo deludere mio fratello come ho deluso mio padre e ho pensato di togliermi la vita", ha confessato nel podcast.

 

"Pensavo che tutto sarebbe stato più semplice senza di me"

"Non volevo più subire il rigetto dell'organo e volevo evitare a tutti i costi la dialisi. Ho pensato che tutto sarebbe stato più facile per gli altri se non ci fossi stata", confessa emotivamente alla 'madre' durante l'intervista.

Ci sono voluti anni, ma lo ha superato

Gli ci sono voluti anni per accettare che non fosse colpa sua ma alla fine ha ammesso che "non è una cosa di cui vergognarsi".

Aveva 21 anni quando ha subito la prima operazione

"Non ero affatto pronta a parlarne. Non volevo essere incasellata in questa situazione perché sentivo che c'era ancora molto futuro per me", ha detto a Julie Bowen.

Problemi inaspettati

L'operazione è stata effettuata a settembre 2017 ma, lungi dall'essere la soluzione definitiva, è stata la prima di una mezza dozzina di operazioni una dietro l'altra.

Endometriosi ed ernia addominale

Alla displasia renale si sono aggiunte l'endometriosi e, successivamente, un'ernia addominale che hanno portato Sarah Hyland in sala operatoria sei volte in poco più di 16 mesi.

Dolore su dolore

"Al dolore per il trapianto se n'è aggiunto dell'altro", ha detto durante l'intervista.

Durante le riprese

Inoltre si trovava nel bel mezzo delle riprese di 'Modern Family' . Una serie durata dal 2009 al 2020, ovvero durante tutto il percorso chirurgico di Sarah Hyland.

Vuoti di memoria

In effetti, "di alcuni episodi non ricordo le riprese perché dormivo", ha commentato in 'Quitters'.

Sempre stanca

"Non potevo stare sveglia per otto ore di fila, ero sempre stanca", ricorda Sarah Hyland, "mi svegliavo solo quando arrivava il mio turno di girare".

Convivere con il dolore

Inoltre, ammette di aver sempre finto di stare bene. "Quando sei cresciuto per tutta la vita con problemi di salute e dolore costante, impari ad avere la pelle dura e fai finta che tutto vada bene."

Wells Adams

Chi è stato il grande supporto dell'attrice in tutto questo periodo? Il suo compagno, Wells Adams.

Sempre in contatto

"Durante il periodo in cui sono stata in ospedale, abbiamo parlato tutti i giorni in videochiamata. Mi ha visto nei miei momenti peggiori ed è sempre stato lì", ha confessato su Instagram Stories.

Tutto superato (per adesso)

Ad oggi la coppia è ancora insieme, felice e innamorata e Sarah Hyland sta bene. Anche se durante la pandemia ha dovuto trascorrere più tempo a casa rispetto ad altre persone.

Una pandemia complicata

"Non sono uscita di casa per molto tempo, ma ora è tutto stabile", conferma. E ne siamo tutti felici.

 

Más para ti