La morte inaspettata di Paul Sorvino, l'indimenticabile Paulie Cicero di 'Quei bravi ragazzi'

Un anno molto difficile
Un giorno da dimenticare
Eterno Paulie Cicerone
Cause naturali
Dee Dee Sorvino
Otto anni insieme
'Fondazione Paul Sorvino per l'asma'
50 anni di carriera
Ha debuttato nel 1970
Un altro dei nostri (che parte)
La gloria è arrivata con mafia e polizia
È stato Phil Cerreta per due anni
Tre matrimoni
Tre figli, due dei quali personaggi famosi
L'orgoglio di un padre
Una figlia da Oscar
Non ci sono parole?
In nero
Artista prima che attore
Né gangster né poliziotto
Appassionato
Un anno molto difficile

Il 25 luglio sarà ricordato come uno dei giorno più neri di un anno, il 2022, già di per sé, nerissimo.

Un giorno da dimenticare

Alla morte dell'attore David Warner e del regista Bob Rafelson si aggiunge la partenza di un altro illustre uomo di Hollywood come Paul Sorvino, all'età di 83 anni.

Eterno Paulie Cicerone

Conosciuto soprattutto per il ruolo di Paulie Cicero in 'Quei bravi ragazzi', 1990) di Martin Scorsese, l'attore è morto per cause naturali. Nella foto, Paul Sorvino con Ray Liotta, Robert De Niro e Joe Pesci.

Cause naturali

Lo ha confermato Roger Neal, portavoce dell'attore, che, ha aggiunto, ha perso la vita alla Mayo Clinic di Jacksonville, in Florida.

Dee Dee Sorvino

Pochi minuti dopo, è stata la moglie Dee Dee Sorvino a lanciare sui social un messaggio commovente, dicendo addio al marito.

"L'amore della mia vita..."

"Sono completamente devastata. L'amore della mia vita e l'uomo migliore che abbia mai conosciuto se ne è andato. Ho il cuore spezzato", ha condiviso su Instagram.

Foto: Instagram - @deedeeorvino

Otto anni insieme

Sua moglie da dicembre 2014, Dee Dee Sorvino è stata la terza moglie dell'attore.

'Fondazione Paul Sorvino per l'asma'

Insieme a Dee Dee Sorvino, l'attore aveva fondato la "Paul Sorvino Asthma Foundation", il cui obiettivo era costruire centri specializzati per l'asma per bambini e adulti negli Stati Uniti.

50 anni di carriera

Con Paul Sorvino ci lascia una leggenda di Hollywood con alle spalle una carriera di mezzo secolo, con titoli riconoscibili come "Dick Tracy" (1989), "Gli intrighi del potere - Nixon" (1995) o "Houdini" (1998). Nella foto, con Warren Beatty nel 2016, co-protagonista in 'Dick Tracy'.

Ha debuttato nel 1970

In totale, 172 presenze in 50 anni, il che lascia una media più che interessante di 3,5 progetti all'anno, a cominciare da 'Senza un filo di classe', nel 1970. Nella foto, con Robert De Niro, nel 2015.

Un altro dei nostri (che parte)

Il destino ha voluto che Paul Sorvino morisse appena due mesi dopo Ray Liotta, amico e partner di 'Quei bravi ragazzi'.

La gloria è arrivata con mafia e polizia

È con il sottofondo della mafia del film di Scorsese che l'attore ha raggiunto la fama in "Quei bravi ragazzi", ma sarà un poliziotto a permettergli di mantenerla, anche se, in questo caso, grazie al piccolo schermo.

È stato Phil Cerreta per due anni

Phil Cerreta, il sergente della polizia di New York che ha recitato in 'Law & Order' tra il 1991 e il 1992 (31 episodi in totale), è stato il suo altro ruolo più importante, in 50 anni di carriera.

Tre matrimoni

Sul lato sentimentale, Paul Sorvino è passato per l'altare in tre occasioni: Lorraine Davis (1966-1988), Vanessa Arico (1991-1996) e la già citata Dee Dee Benkie, che ha sposato a fine 2014. Nella foto, insieme a Vanessa Arico e Mira Sorvino nel 1995.

Tre figli, due dei quali personaggi famosi

L'attore lascia tre figli, due dei quali sono volti (Mira e Michael), a cui si aggiunge Amanda, tutti frutto del suo primo matrimonio con Lorraine Davis. Nella foto, con Lorraine Davis, Amanda Sorvino e Mira Sorvino nel 1985.

L'orgoglio di un padre

Uno dei momenti che i media come 'The Washington Post' hanno recuperato, è il ricordo di Paul Sorvino il giorno in cui Mira Sorvino vinse l'Oscar come migliore attrice non protagonista.

Una figlia da Oscar

Era il 1996, per il ruolo di Linda Ash, in 'La dea dell'amore', con il tocco personale di Woody Allen, in cui Mira interpreta una donna che, a causa delle circostanze della vita, deve dare suo figlio in adozione.

Non ci sono parole?

"Non ci sono parole in nessuna lingua che io abbia mai sentito, per esprimere quello che provo. Beh, forse in italiano", ha scherzato l'attore al Los Angeles Times.

In nero

Anche Mira Sorvino ha voluto salutare suo padre sui social e lo ha fatto, come Dee Dee Sorvino, con un emozionato tweet, che ha completato con una foto completamente nera su Instagram.

Foto: Instagram - @mirasorvino

"Mio padre, il grande Paul Sorvino, è morto"

"Mio padre, il grande Paul Sorvino, è morto. Il mio cuore è a pezzi. Con lui si è conclusa una vita di amore, gioia e saggezza. Era un padre meraviglioso. Gli voglio un bene dell'anima. Ti mando tutto il mio amore verso le stelle", ha salutato l'attrice.

Foto: Twitter - @mirasorvino

Artista prima che attore

Paul Sorvino si considerava più un artista che un attore, come ha chiarito in un'intervista all''Orlando Weekly' nel 2014. Parole di un uomo umile con mezzo secolo di carriera alle spalle.

Né gangster né poliziotto

"La maggior parte delle persone pensa che io sia un gangster o un poliziotto e la realtà è che sono scultore, pittore, poeta e cantante d'opera, mai un gangster. È quasi il mio obiettivo in ciò che resta della mia vita, convincere la gente che non sono un delinquente dalle palpebre pesanti", ha scherzato.

Appassionato

Forse era davvero il suo obiettivo, se consideriamo che il motivo per cui ha lasciato il suo ruolo in "Law and Order", oltre al ritmo frenetico, è stato perché causava problemi alle sue corde vocali e gli impediva di cantare correttamente l'opera.
Riposi in pace.

Más para ti