Drusilla Foer a Sanremo 2022
Le parole di Amadeus
Il pubblico la ama o la odia?
Z di Zorro
Il battibecco con Iva Zanicchi
Ma a cosa si stava riferendo Iva Zanicchi?
Com'è nata Drusilla Foer?
Un curriculum di tutto rispetto
Un'icona di stile
La famiglia privilegiata
Il monologo finale
L'elogio dell'unicità
Il vero atto rivoluzionario
L'augurio finale
Una terza serata indimenticabile
Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(1/18)
Drusilla Foer a Sanremo 2022

In un'intervista del 2017, Drusilla Foer aveva dichiarato che avrebbe fatto volentieri la valletta a Sanremo, "ma forse sono troppo alta"... Eppure l'altezza non sembrerebbe essere stata un problema, perché, cinque anni più tardi, eccola lì, fortemente voluta da Amedeus come co-conduttrice della terza serata della kermesse canora più importante d'Italia.

 

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(2/18)
Le parole di Amadeus

"Ho una grande ammirazione per lei, è speciale, è intelligente, è amata. Sono felice sia la terza signora del Festival", ha dichiarato il conduttore durante la conferenza stampa del 3 febbraio.

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(3/18)
"Dovrei co-presentare con lei? È un inferno, lei è pazzo, mi fa fare la valletta!"

In realtà, il ruolo della valletta le va stretto. Drusilla Foer lo dice apertamente sul palco dell'Ariston, tra una battuta e l'altra, nella terza serata del Festival. Ed ha ragione: forse, per la prima volta, una co-conduttrice è stata davvero degna del suo ruolo.

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(4/18)
Il pubblico la ama o la odia?

Brillante, sagace, raffinata ed eleganzissima, proprio come titola lo spettacolo che porta nei teatri dal 2017, Drusilla Foer incanta (e forse divide) il pubblico in sala e quello da casa. Ma, che piaccia o meno, è comunque indiscutibile che sia stata la vera mattatrice della serata sanremese.

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(5/18)
Z di Zorro

"Ho pensato a qualcosa di eccentrico, per tranquillizzare tutti quelli che avevano paura di un uomo en travesti, sicché mi sono travestita", ha detto, presentandosi sul palco vestita da Zorro e rispondendo con eleganza e ironia ad alcune polemiche dei giorni scorsi.

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(6/18)
Il battibecco con Iva Zanicchi

Sui social sbanca, poi, un altro momento "caldo" della serata: quello dello scambio di battute al vetriolo tra Drusilla Foer e Iva Zanicchi. "Quanto sei alta!", ha detto la cantante rivolta a Drusilla. La replica: "Più di te". Iva: "Ha anche altre cose più di me". Ma Drusilla non ci sta e ribatte: "Tante cose. Sono colta"

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(7/18)
Ma a cosa si stava riferendo Iva Zanicchi?

La battuta di Iva Zanicchi faceva riferimento al fatto che Drusilla Foer, in realtà, nasce come alter ego di un uomo, il 54enne attore, fotografo e performer fiorentino Gianluca Gori.

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(8/18)
Com'è nata Drusilla Foer?

In un'intervista su "Tirreno", il brillante performer Gianluca Gori aveva spiegato così la nascita di Drusilla: "Quando l’ho scoperta, così chiara, così libera, ho pensato che tutti dovessero conoscerla e ho spinto la signora a farsi più visibile. Ammetto che vorrei essere come lei". E così, come tutti i grandi personaggi del mondo dell'arte, anche Drusilla comincia ad avere una vita propria.

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(9/18)
Un curriculum di tutto rispetto

Si fa conoscere su Instagram, poi approda al cinema nel cast di 'Magnifica presenza' di Ferzan Ozpetek e in TV, diventando giudice di "Strafactor" insieme a Jake La Furia, editorialista a "Matrix Chiambretti" e ospite fissa a "Ciao Maschio" e "CR4 - La Repubblica delle Donne". Arriva anche nei teatri e pubblica un libro intitolato "Tu non conosci la vergogna. La mia vita eleganzissima."

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(10/18)
Un'icona di stile

"Qualcuno mi definisce un'icona di stile, ma tenderei a lasciar perdere. Altri credono che sia una fashion icon, figuriamoci", leggiamo sulla biografia del suo sito.

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(11/18)
La famiglia privilegiata

"La stampa adora definirmi una nobildonna - ma precisa - non lo sono affatto. Provengo certamente da una famiglia privilegiata, ma ho ricevuto un'educazione antiborghese che tende all'essere liberi".

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(12/18)
"io sono quel che faccio, quello che studio, cosa dico"

Libera, spigliata, con talento e moltissima personalità, quando parla di etichette Drusilla Foer ci tiene a precisare che quello che conta sia la sostanza. Eppure ha sceso le scale dell'Ariston indossando vestiti confezionati, come ha dichiarato su D di Repubblica, da "un atelier di Firenze, di quelli dove in giro è tutto un ago e filo" e alcuni abiti che aveva già indossato in precedenza. Come ci insegnano le Royals, "Eleganza è anche saper ripescare nell’armadio: un messaggio che parla di economia dal basso mi sembra importante in un momento come questo"- ha precisato.

 

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(13/18)
Il monologo finale

Non è solo attraverso gli abiti che Drusilla Foer vuole lanciare chiaro il suo messaggio al mondo. Lo affida anche alle sue parole, quelle che la rendono felice quando la fanno sentire "in connessione con l’anima degli altri e con i casini del mondo", come ha dichiarato in un'intervista a Elle del 2021, e lo fa senza polemiche.

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(14/18)
L'elogio dell'unicità

"La parola diversità non mi piace, ha in sé qualcosa di comparativo e una distanza che non mi convince", dice. "Ho cercato un termine per sostituirla e ho trovato unicità, mi piace, piace a tutti, perché tutti noi siamo capaci di notare l'unicità dell'altro e tutti pensiamo di essere unici. ma per comprendere e accettare la propria unicità è necessario capire di cosa è fatta, di che cosa siamo fatti noi, certamente delle cose belle, ambizioni, valori, convinzioni, talenti".

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(15/18)
"Tutte queste cose sono io"

"Ma talenti e convinzioni devono essere curati." prosegue. "Non è facile entrare in contatto con la propria unicità ma un modo lo avrei: si prendono per mano tutte le cose che ci abitano e si portano in alto, si sollevano insieme a noi, nella purezza dell’aria, in un grande abbraccio innamorato e gridiamo: “che bellezza tutte queste cose sono io”.

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(16/18)
Il vero atto rivoluzionario

Parla del vero coraggio, Drusilla Foer: "Sono una persona molto fortunata a essere qui ma vi chiederei un altro regalo: date un senso alla mia presenza su questo palco e tentiamo il vero atto rivoluzionario, che è l’ascolto, di se stessi e degli altri.

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(17/18)
L'augurio finale

Salutata da un lungo applauso, conclude : "Facciamo scorrere i pensieri in libertà e senza pregiudizio e senza vergogna. Facciamo scorrere i sentimenti con libertà e liberiamoci dalla prigionia dell’immobilità."

Drusilla Foer a Sanremo 2022, tra battibecchi e poesia
(18/18)
Una terza serata indimenticabile

Questa brillante e ironica nobildonna toscana non solo ci ha fatto (sor)ridere, ma ci ha costretti anche a fare una cosa che, forse, troppo spesso diamo per scontato: ci ha fatto riflettere, regalandoci una serata che sarà davvero difficile da superare.

Más para ti