Chi è Carlos Alcaraz, la nueva stella del tennis

Più che una promessa del tennis
Vincitore del Masters 1000 di Madrid
Anche lui spagnolo
Tennis sin da bambino
Orgoglioso della sua famiglia
Un ragazzo diverso
La Equelite JC Ferrero Sport Academy
Juan Carlos Ferrero, maestro, allenatore e amico
Nella categoria junior
I primi risultati
Tre anni di successi
Il suo primo titolo
2022: l'anno della svolta per Alcaraz
I complimenti da parte di Nadal
Debutto con la squadra spagnola nella Coppa Davis
L'altezza di Carlos Alcaraz
Uno dei tennisti più completi
Più completo di Nadal, Federer o Djokovic?
Si preoccupa per la sua forma fisica
Tofoso del Real Madrid
Vita sentimentale
Profitti per oltre quattro milioni di euro
Il futuro è già qui
Più che una promessa del tennis

Sempre più appassionati di tennis lo paragonano allo stesso Rafael Nadal, e alcuni credono addirittura che abbia un futuro ancora più promettente del tennista spagnolo. Al momento, e anche se ha ancora molta strada da fare, Carlos Alcaraz sembra essere sulla strada giusta.

Vincitore del Masters 1000 di Madrid

Il grande successo a livello sportivo e mediatico è stato recente grazie al Masters 1000 di Madrid, dove ha vinto il titolo, battendo lo stesso Nadal e altri grandi tennisti come Novak Djokovic, inoltre guadagnandosi il sesto posto nella classifica ATP! E a soli 19 anni. Ma... da dove viene questa giovane promessa del tennis mondiale?

Anche lui spagnolo

Carlos Alcaraz è nato il 5 maggio 2003 a El Palmar, un quartiere della città di Murcia, dove è cresciuto e ha trascorso gran parte della sua vita con i suoi genitori, Carlos Alcaraz e Virginia Garfia, e i suoi tre fratelli, Álvaro, Sergio e Jaime.

Tennis sin da bambino

Alcaraz si è sempre sentito vicino al mondo del tennis. Anche suo padre ha giocato un torneo ATP ed attualmente è il direttore della scuola di tennis, El Palmar Country Club, trasmettendo da sempre la sua passione ai suoi figli.

Orgoglioso della sua famiglia

Alcaraz è sempre stato molto orgoglioso della sua famiglia e, infatti, nelle dichiarazioni raccolte da 'El Mundo Deportivo' ha dichiarato: "Senza di loro non esisterebbero tutti i bei momenti che trascorro quando non gioco, e nemmeno il mio talento quando sono in campo. Sono molto fortunato ad avere la famiglia che ho.”

Un ragazzo diverso

Per Carlos Alcaraz il tennis è cominciato come intrattenimento, ma il suo talento ha cambiato ogni cosa. In un'intervista al quotidiano di Murcia La Verdad, suo padre ha dichiarato: “Già da bambino si vedeva che aveva talento e che giocava bene. E un po' alla volta è riuscito a distinguersi sempre di più. Già a 15 o 16 anni stava raggiungendo dei livelli molto alti".

La Equelite JC Ferrero Sport Academy

E arrivò il salto di qualità che segnò la svolta nella vita di Carlos Alcaraz. A soli 14 anni, cambiò residenza da El Palmar a Villena (Alicante), dove entrò a far parte della Equelite JC Ferrero Sport Academy, una scuola di tennis diretta dall'ex tennista Juan Carlos Ferrero.

Juan Carlos Ferrero, maestro, allenatore e amico

Il passaggio in questa scuola lo ha reso uno studente di Juan Carlos Ferrero, che è diventato il suo mentore nei suoi primi anni come tennista e che oggi è il suo allenatore.

Nella categoria junior

Nella categoria junior, Carlos Alcaraz ha vinto due tornei ITF World Tennis Tour Juniors e ha raggiunto il numero 22 della classifica mondiale.

I primi risultati

Nel 2019 Carlos Alcaraz stava già iniziando a distinguersi nelle competizioni, non solo nazionali, ma anche internazionali. A dimostrarlo c'è stata la sua vittoria nell'Alicante Challenger contro Jannik Sinner, diventando il primo tennista nato nel 2003 a vincere un partita in un torneo Challenger.

Tre anni di successi

Un anno prima, nel 2018, era già diventato un tennista professionista ma nel 2022 c'è stata la svolta: è riuscito a vincere tre tornei ITF World Tennis Tour, quattro ATP Challenger Tour -entrando nella top 100 della classifica ATP a maggio 2021- e il suo primo ATP Tour 250, il Croatian Open, contro il veterano Richard Gasquet.

Il suo primo titolo

Ha infatti vinto il suo primo titolo da professionista molto vicino alla sua terra natale, Murcia, a Denia in provincia di Alicante in una finale del Futures, in cui ha vinto per 6-4 e 6-3, e, da quel momento in poi i titoli non hanno smesso di riempire il suo curriculum.

2022: l'anno della svolta per Alcaraz

Il 2022 è iniziato alla grande, con due ATP Tour 500, il Rio Open e il trofeo Conde de Godó, e, soprattutto, i suoi primi due ATP Tour Masters 1000, a Miami, battendo in finale il norvegese Casper Ruud. Senza contare che a Madrid è diventato il più giovane finalista nella storia del torneo e ha battuto il tedesco Alexander Zverev, lasciando alle sue spalle anche Rafa Nadal e Novak Djokovic.

I complimenti da parte di Nadal

Dopo aver perso contro di lui a Madrid, lo stesso Nadal ha dichiarato: "Sono felice per lui, tutti conoscono il livello di tennis che è in grado di raggiungere. Vincere in casa è sempre speciale ed è stata sicuramente una settimana speciale per lui. Sono contento che il mio paese abbia trovato un altro giocatore straordinario su cui poter fare affidamento per molti anni a venire".

Debutto con la squadra spagnola nella Coppa Davis

Nel 2022 esordisce anche difendendo i colori della Spagna per disputare, il 4 marzo, la qualificazione alla fase finale della Coppa Davis contro la Romania.

L'altezza di Carlos Alcaraz

Come tennista, Carlos Alcaraz si distingue per la sua tecnica e per avere un'altezza di 1,85 metri, più o meno la stessa di altri tennisti professionisti come Nadal o Roger Federer. In realtà non è tra i più alti, basti pensare che ci sono solo tre giocatori più bassi di lui: il suo compagno di scuola a Villena, Pablo Carreño, e il suo rivale a Miami, Casper Ruud, entrambi con un'altezza di 1,83 metri, e l'argentino Diego Schwartzman, il più basso con 1,70 metri.

Uno dei tennisti più completi

Un'altra caratteristica di Alcaraz è che è destrorso e si nota quando colpisce la palla, un'azione che si rivela potente e decisiva in molti momenti della partita. Certo, gestisce bene il rovescio a due mani e ha un ampio catalogo di colpi che lo rendono uno dei tennisti più completi e promettenti al mondo.

Più completo di Nadal, Federer o Djokovic?

Justine Henin, una delle grandi leggende del tennis femminile, ha evidenziato riguardo ad Alcaraz che "Ha 19 anni ma mostra un'incredibile maturità! Anche la sua velocità di apprendimento è sorprendente. (…) A livello di gioco, mi sembra più completo di Nadal, Federer o Djokovic. Penso che sia un buon mix di tutti e tre".

Si preoccupa per la sua forma fisica

Alcaraz è sempre stato anche molto consapevole dell'importanza della forma fisica per avere successo. "È qualcosa a cui io e la mia squadra abbiamo sempre prestato molta attenzione (...). Volevamo fare un cambiamento importante in modo che potessi essere sempre a mio agio nelle partite lunghe, sapendo che potevo resistere fisicamente", ha dichiarato .

Tofoso del Real Madrid

Così come Nadal, anche Carlos Alcaraz confessa di essere un tifoso del Real Madrid, e nonostante i paragoni siano sempre con Manacor, con il quale condivide anche una grande amicizia, si è dichiarato un fedele ammiratore dello svizzero Roger Federer.

Vita sentimentale

Nella vita privata, Carlos Alcaraz ha una relazione con María González Giménez, anche lei tennista, che gioca nel Murcia Tennis Club, ovvero le stesse strutture dove il bravo tennista ha mosso i primi passi in questo sport.

Profitti per oltre quattro milioni di euro

Il successo non si misura solo in titoli, ma anche in guadagni. Nonostante la giovane età e il suo breve viaggio nell'élite del tennis, Carlos Alcaraz ha già guadagnato più di quattro milioni di euro, secondo i dati forniti dall'ATP, compresi i premi accumulati nei diversi tornei in cui ha partecipato.

Il futuro è già qui

Carlos Alcaraz sembra proprio essere sulla buona strada, insieme ai migliori tennisti del mondo. Il cambio generazionale è arrivato e sembra che il tennista di Murcia ne sarà il protagonista.

Más para ti