Se la variante Omicron sfugge agli attuali vaccini, quando ne avremo uno nuovo?

La variante Omicron
La comunità scentifica è preparata
Le mutazioni diventano più forti attraverso la selezione naturale evolutiva
Maggior rischio di contagiarsi di nuovo
Restrizioni per viaggiare
I nostri vaccini funzionano contro la Omicron?
Cosa dicono le case farmaceutiche
Una promessa che dura 100 giorni
Una minaccia per la nostra immunità
Agli inizi del 2022
Dose di rinforzo
Omicron è già arrivata in tutta Europa e in Gran Bretagna
Senza nuove restrizioni negli Stati Uniti
Meglio prevenire che curare?
Blocchi a livello nazionale
Arriva l'inverno
L'esperienza è utile quando si parla di Omicron
La variante Omicron

La nuova variante del coronavirus, Omicron, sta destando preoccupazione in tutto il mondo. Decine di paesi hanno limitato il traffico aereo verso i paesi del Sudafrica, dove è stata scoperta. Ma bisogna mantenere la calma: è probabile che i vaccini attuali funzionino, diversamente, la scienza ci darà una soluzione.

La comunità scentifica è preparata

La paura di tornare ai primi giorni della pandemia, con chiusure totali, appare esagerata. Gli esperti oggi si sentono più preparati a combatterla rispetto ad allora.

"Variante preoccupante"

Il 26 novembre, L'Organizazzione Mondiale della Salute ha parlato di Omicron come una viriante preoccupante. Questo nuovo ceppo porta a circa 32 mutazioni la proteina spike. La variante Delta, con solo 10 mutazioni, si è trasformata rapidamente nel ceppo dominante in tutto il mondo.

Le mutazioni diventano più forti attraverso la selezione naturale evolutiva

Jesse Bloom, biologo evolutivo del Centro di Investigazione di Tumori Fred Hutchinson, spiega al New York Times perché gli esperti si stanno preoccupando per questa nuova variante. "In linea di principio, le mutazioni possono lavorare le une contro le altre", dice. "Tuttavia, in questo caso, è più probabile che la selezione naturale evolutiva porti alla propagazione di una nuova variante con combinazioni favorevoli di mutazioni anziché [una variante con combinazioni] sfavorevoli". In altre parole: la variante appena scoperta probabilmente è diventata più forte a causa della selezione naturale.

Maggior rischio di contagiarsi di nuovo

Ci vorranno settimane per studiare completamente la nuova variante, ma la OMS ha già rivelato dati preliminari che dicono che la Omicron presenta un rischio maggiore di reinfezione paragonato con altre "varianti preoccupanti".

(Nella foto Tedros Adhanom, direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Salute).

Restrizioni per viaggiare

Molte persone temono che questo significhi che la pandemia si prolungherà ancora per molto tempo, con nuove chiusure e restrizioni. Paesi come Stati Uniti e i paesi membri dell'Unione Europea hanno imposto limitazioni rigide per viaggiare in Sudafrica e in paesi limitrofi.

I nostri vaccini funzionano contro la Omicron?

Tuttavia, una nuova variante non significa necessariamente che abbiamo bisogno di un nuovo vaccino. The New York Tomes sostiene che, in questo momento, ci sono dozzine di team scentifici a studiare 24 ore al giorno in tutto il mondo per verificare se gli attuali vaccini funzionano contro la variante Omicron.

Cosa dicono le case farmaceutiche

Le case farmaceutiche come AstraZeneca, Moderna, Johnson & Johnson, Pfizer y BioNTech hanno indicato alla CNBC che stanno effettuando costanti ricerche sulla variante Omicron.

Una promessa che dura 100 giorni

Pfizer y BioNTech hanno dichiarato all'agenzia di stampa britannica Reuters  che prevedono di avere un nuovo vaccino pronto per la variante Omicron  in circa 100 giorni.  Anche se al momento sono in attesa di maggiori dati e informazioni al riguardo.

Una minaccia per la nostra immunità

Un comunicato di Moderna, pubblicato lo stesso giorno in cui la OMS ha definito la Omicron variante preoccupante, sostiene che la combinazione delle mutazioni nella variante "rappresenta un potenziale rischio che potrebbe accelerare l'abbassamento dell'immunità naturale e quella indotta dai vaccini".

Agli inizi del 2022

Paul Barton, direttore medico di Moderna, è stato citato dalla CNBC, dicendo che un nuovo vaccino potrebbe essere "pronto per gli inizi del 2022". Nello stesso periodo verrebbe prodotta in grandi quantità. La casa farmaceutica si avvale di centiania di impiegati per studiare la variante Omicron.

Dose di rinforzo

Fino a questo momento è stata consigliata soltanto una dose di rinforzo di uno dei vaccini autorizzati esistenti, come strategia improvvisata per sconfiggere la variante Omicron. Gli esperti citati da The Guardian, sono d'accordo nel dire che gli effetti della Omicron si sentiranno maggiormente nei paesi con un numero minore di persone vaccinate.

Omicron è già arrivata in tutta Europa e in Gran Bretagna

Regno Unito, Canda, Australia, Giappone, Germania, i Paesi bassi, Italia e Spagna in questo momento sono tra i paesi in cui sono stati accertati casi della variante Omicron.  Nella foto il primo ministro del Regno Unito, Boris Johnson, mentre visita persone che stanno ricevendo la dose di rinforzo in un ospedale di Londra.

Senza nuove restrizioni negli Stati Uniti

Rispetto alla nuova variante Omicron, i governi in generale hanno espresso la propria preoccupazione, ma con toni diversi. Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, per esempio, ha detto che il nuovo ceppo è "un motivo di preoccupazione, non un motivo di panico". Ha aggiunto che per il momento non saranno necessarie nuove chiusure o misure restrittive.

Meglio prevenire che curare?

Altri paesi hanno optato per misure radicali. In Giappone, per esempio, è stato vietato l'ingresso nel paese agli stranieri. Un solo caso individuato ha spinto il governo a chiudere i confini.

Blocchi a livello nazionale

Prima della scoperta della variante Omicron, paesi come Austria, Russia e i Paesi Bassi avevano già imposto lockdown e altre restrizioni per frenare la crescita del numero dei casid di Covid-19.

Arriva l'inverno

Il rischio dell'aumento dei casi di Covid-19 in inverno era già motivo di preoccupazione per le nazioni dell'emisfero nord. Alcuni temono che quest'inverno sia ancora più difficile del precedente, quando alcuni paesi come Spagna (nella foto) e Texas si sono trovati ad affrontare tempeste di neve mai viste prima.

L'esperienza è utile quando si parla di Omicron

Ancora non sappiamo molto sulla Omicron e ancora c'è molto lavoro da fare, specialmente se compaiono altre varianti. Tuttavia, l'esperienza di combattere da due anni con il coronavirus sarà certamente di grande aiuto per tutta la comunità scentifica. Il vaccino continua ad essere la risposta.

 

Más para ti