Dmitry Medvedev: l'amico fidato
Sergey Lavrov: la voce di Putin nel mondo
Sergej Shoigu
Vecchi compagni
Igor Sechin: CEO di Rosneft
Patriarca Kirill: la voce della Chiesa ortodossa russa
Mikhail Kovalchuk: lo scienziato di Putin
Roman Putin: uomo d'affari e parente del leader
Alexander Lukashenko: il presidente della Bielorussia
Le vacanze di due presidenti
German Gref: l'uomo del rublo
Alexei Miller: Presidente di Gazprom
Nikita Mijalkov e Andrei Konchalovsky: i tuoi alleati nel mondo della cultura
Arkady Rottenberg e Gennady Timchenko: compagni di hockey
Roman Abramovich
Donald Trump: L'alleato straniero
Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(1/16)
Dmitry Medvedev: l'amico fidato

Il 16 gennaio 2020 Dmitryi Medvedev è diventato Vice Presidente del Consiglio di Sicurezza della Federazione Russa. Presidente di Russia Unita (partito di Putin, a maggioranza parlamentare) dal 26 maggio 2012, è considerato, istituzionalmente, la seconda personalità più importante dello stato e il consigliere fidato di Vladimir Putin.

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(2/16)
Sergey Lavrov: la voce di Putin nel mondo

Il ministro degli Esteri russo dal 2004 è un convinto sostenitore di Vladimir Putin e è la sua voce nei forum internazionali.

VEDI ANCHE: Serguei Lavrov, la voce di Putin nel mondo

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(3/16)
Sergej Shoigu

Da oltre 20 anni Vladimir Putin e Sergei Shoigu camminano mano nella mano. Trascorrono anche l'estate insieme in Siberia e lì, secondo alcune cronache, mantengono lunghe conversazioni. Il ministro della Difesa della Federazione Russa è stato persino considerato un possibile successore dell'attuale presidente in vista delle elezioni del 2024.

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(4/16)
Vecchi compagni

La loro relazione va oltre la politica e si può dire che siano veri amici. Putin e Shoigu spesso si rilassano cacciando e pescando.

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(5/16)
Igor Sechin: CEO di Rosneft

La capacità della Russia di produrre gas e petrolio è una delle chiavi della sua grande potenza mondiale. E in quel potere, Igor Sechin, direttore della principale compagnia petrolifera del paese, la Rosneft, è molto importante. Non è un politico, ma è considerato fedele a Putin e un membro dell'ampia cerchia di potere del presidente.

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(6/16)
Patriarca Kirill: la voce della Chiesa ortodossa russa

Il patriarca Kirill, capo della Chiesa ortodossa russa, è uno dei principali sostenitori del presidente russo. Entrambi condividono una visione molto conservatrice del mondo. Fermo detrattore del movimento LGTBIQ+, difende l'integrazione dell'Ucraina nella Russia. È stato insignito dell'Ordine di Sant'Andrea dal governo russo "per il suo eccezionale contributo alla conservazione e allo sviluppo delle tradizioni spirituali e culturali e al rafforzamento della pace e dell'armonia tra i popoli".

Nella foto: Kirill, Vladimir Putin e Boris Eltsin, 1999

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(7/16)
Mikhail Kovalchuk: lo scienziato di Putin

Il presidente della Russia apprezza molto il lavoro di Mikhail Kovalchuk, scienziato e presidente del Centro nazionale di ricerca dell'Istituto Kurchaaov. Si tratta di un ricercatore il cui lavoro contribuisce alla creazione di tecnologie innovative.

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(8/16)
Roman Putin: uomo d'affari e parente del leader

Roman Putin è figlio di Igor Putin, cugino del presidente russo. È impegnato in attività economiche e socio-politiche.

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(9/16)
Alexander Lukashenko: il presidente della Bielorussia

Il presidente permanente della Repubblica di Bielorussia, Alexander Lukashenko, non è solo un collega geostrategico e un sostenitore politico, ma può anche essere considerato un caro amico di Vladimir Putin.

VEDI ANCHE: Da Gorbaciov a Eltsin: come si sgretolò l'Unione Sovietica tanto cara a Putin

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(10/16)
Le vacanze di due presidenti

Vladimir Putin e Alexandr Lukashenko non si occupano solo di affari internazionali, ma condividono anche il tempo libero. Nella foto: i presidenti di Russia e Bielorussia riposano in una stazione sciistica a Sochi, 2019.

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(11/16)
German Gref: l'uomo del rublo

Direttore esecutivo di Sberbank (la più grande banca in Russia) dal 2007. È il ministro dello sviluppo economico e del commercio della Russia, presidente del Consiglio del Centro per la ricerca strategica, membro del consiglio di amministrazione di Yandex.

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(12/16)
Alexei Miller: Presidente di Gazprom

Alexei Miller è Presidente del Comitato di Gestione e Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione di PJSC Gazprom, il grande colosso russo del gas, motore economico della nazione. Stiamo parlando di chi tiene le redini del più grande fornitore di energia del pianeta. Un uomo del sistema. Eroe del lavoro della Federazione Russa.

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(13/16)
Nikita Mijalkov e Andrei Konchalovsky: i tuoi alleati nel mondo della cultura

Entrambi sono figli dell'autore dell'inno dell'Unione Sovietica, Sergei Mikhalkov. Questi sono i registi Nikita Mijalkov ('Oci ciornie', 'Sole ingannatore') e Andréi Konchalovski ('Siberiade'). Le sue opinioni politiche, espresse in alcune sue opere, sono nella stessa lunghezza d'onda di quelle di Putin: recuperare la grandezza imperiale della Russia nel mondo. Due grandi talenti cinematografici che possono essere considerati parte della "cerchia di Putin".

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(14/16)
Arkady Rottenberg e Gennady Timchenko: compagni di hockey

Il presidente Vladimir Putin e questi due milionari, tra i più ricchi della Russia, condividono l'amore per l'hockey. In alcuni media occidentali sono inclusi nel cosiddetto "club dei milionari di Putin".

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(15/16)
Roman Abramovich

Putin conosceva bene Roman Abramovich quando il miliardario era governatore della Chukotka. Entrambi erano impegnati in politica, ma poi Abramovich ha preferito dedicarsi alla finanza (e comprare il Chelsea). Ha origini israeliane e portoghesi. Faceva parte della cerchia del potere del primo presidente russo, Boris Eltsin. Con Putin, in linea di principio, mantiene un buon rapporto, anche se, in mezzo al frastuono della guerra, Abramovich rimane in silenzio.

Chi sono i fedelissimi di Vladimir Putin?
(16/16)
Donald Trump: L'alleato straniero

L'ex presidente degli Stati Uniti e l'attuale presidente della Russia sono entrati immediatamente in sintonia. Su Twitter Trump ha scritto dopo un breve incontro con Vladimir Putin: "Quando capiranno tutti gli hater e gli sciocchi che le buone relazioni con la Russia sono utili e non cattive? Voglio risolvere tutte le crisi militari e il problema del terrorismo, e la Russia può aiutare Un sacco!" Anche nell'attuale momento di crisi, Trump, per il momento, non si è espresso chiaramente contro le azioni della Russia in Ucraina. Solo qualche intervento confuso, in tono scherzoso.

Más para ti