"Basta, do le dimissioni!": perché milioni di persone al mondo stanno abbandonando il lavoro?

Non lavorerò mai più in questo posto!
La pandemia ci ha fatto riflettere sulla nostra vita
Cercasi impiegati
Mancanza di personale
Nessuna traccia di camionisti nel Regno Unito
Dimissioni nel settore salute
Che piacere è stare in casa!
Ripensare alle priorità
Pensionamenti di massa
Come si fa a rendere felici i lavoratori?
Salute mentale e gli effetti della pandemia
Forse bisogna soltanto aumentare gli stipendi
Un'opportunità per dare un nuovo volto al lavoro
E se il fenomeno delle Grandi Dimissioni fosse un mito fugace?
Meno lavoro, più vita
Il coronavirus ha cambiato tutto
Gli effetti reali delle Grandi Dimissioni
Non lavorerò mai più in questo posto!

Sono talmente tante le persone in tutto il mondo che negli ultimi tempi stanno rinunciando al proprio lavoro che i mass media  già parlano di "Grandi Dimissioni". Iniziato negli Stati Uniti, questo fenomeno si è poi espanso anche in altri paesi. Ma cosa sta succedendo?

La pandemia ci ha fatto riflettere sulla nostra vita

"The Great Resignation" (che può essere tradotta "Grandi Dimissioni" o "La Grande Rinuncia") è un concetto coniato dallo psicologo Anthony Klotz dell'Università Texas A&M. Nel maggio del 2021, con la diminuzione della mortalità dei casi Covid-19 grazie all'introduzione del vaccino, lo psicologo ha previsto che molte persone avrebbero lasciato il proprio posto di lavoro a seguito di un processo definito "epifania pandemica". (Nella foto un esausto autista di Amazon a Washington DC nell'aprile del 2021).

Cercasi impiegati

Le cifre sono incredibili: il 2,9% della forza lavoro degli Stati Uniti (circa 4,3 milioni di impiegati) si è dimessa nel 2021, secondo i dati del Dipartimento del Lavoro citati dalla CNBC. Mentre il Regno Unito non sa cosa fare con più di un milione di posti di lavoro disponibili (in questo caso anche la BREXIT potrebbe aver influito). Gli stabilimenti di ristorazione, come questo McDonald's di Miami, sono stati tra i settori più colpiti insieme agli hotel.

Mancanza di personale

La domanda di manodopera di solito è un indicatore di un mercato del lavoro in salute. Tuttavia, nonostante l'economia mondiale si stia recuperando dalla pandemia, molti settori essenziali si trovano dinanzi a un'allarmante mancanza di personale, incluse catene come Walmart.

Nessuna traccia di camionisti nel Regno Unito

Le "Grandi Dimissioni" stanno colpendo le catene di forniture mondiali in diversi modi. Il Regno Unito sta avendo difficoltà nel trovare camionisti per trasportare merce per tutto il paese. La BREXIT e le restrizioni alla manodopera straniera rappresentano delle cause molto evidenti. Ma forse ci sono altri fattori da considerare, poiché anche in Europa mancano camionisti e non c'è stata nessuna BREXIT.

Dimissioni nel settore salute

Gli esperti sono discordanti sui motivi che hanno spinto il fenomeno delle "Grandi Dimissioni". La causa principale dovrebbe essere il Covid-19. Secondo l'Harvard Business Review il tasso di dimissioni è molto più alto nelle industrie che hanno avuto un eccessivo carico di lavoro durante la pandemia. Come nel caso dei lavoratori e delle lavoratrici del settore salute. Dopo un periodo di emergenza e forte stress, molte persone sono alla ricerca di altro tipo di lavoro (come nella foto, dove delle infermiere della California stanno protestando) o di un salario migliore.

Che piacere è stare in casa!

Uno studio della NPR (la prestigiosa radio pubblica statunitense) suggerisce che molti professionisti si sono abituati alla maggiore flessibilità del lavoro da casa sperimentato durante il lockdown. Era possibile trascorrere più tempo in famiglia, ridurre i contagi e anche evitare perdite di tempo per gli spostamenti. Alcune persone non vogliono perdere queste libertà e forse per questo motivo preferiscono lasciare il posto di lavoro anziché tornare in ufficio.

Ripensare alle priorità

Molti sostengono che la pandemia abbia spinto tante persone a fermarsi a riflettere sulla propria vita. Trascorrere la maggior parte del tempo lavorando in ufficio non sembra essere più una priorità. Se un virus riesce a mettere fine alla nostra esistenza in un modo così opprimente, davvero vogliamo che il lavoro occupi così tanto spazio nella nostra vita quotidiana?

Pensionamenti di massa

Altro aspetto da considerare è l'età. Alcuni esperti credono che la pandemia abbia accelerato il processo di pensionamento degli impiegati più grandi, mentre i giovani sono alla ricerca di lavori diversi e con altre priorità, totalmente diverse dalle generazioni precedenti.

(Foto: bruce mars / Unsplash)

Come si fa a rendere felici i lavoratori?

Molti datori di lavoro sono preoccupati per la situazione e cercano risposte su come fare per avere un personale soddisfatto e attirare così più lavoratori. La rivista Forbes segnala che i venerdì con pizza gratis e i viaggi di gruppo non funzionano più come incentivo. Vogliamo di più dal nostro lavoro.

(Foto: Cherrydeck / Unsplash)

Salute mentale e gli effetti della pandemia

Si stanno cercando nuove formule, come giorni dedicati alla salute mentale per affrontare i traumi derivanti dal coronavirus o un modello di ufficio ibrido dove gli impiegati possano lavorare da casa o in ufficio a seconda delle preferenze. Nella foto un professore della Università del Nevada negli Stati Uniti mentre imparte lezioni online dagli uffici del campus.

Forse bisogna soltanto aumentare gli stipendi

I sindacati pensano che questo sia il momento più adeguato per stabilire salari dignitosi. Nella foto, una protesta in difesa delle condizioni del Servizio Nazionale di Salute britannico.

Un'opportunità per dare un nuovo volto al lavoro

La docente universitaria statunitense Erika Rodríguez ha scritto un articolo su The Guardian in cui sostiene che questa è un'opportunità unica per ridefinire il lavoro: "Dopo anni in cui i prezzi aumentavano e i salari erano bloccati, la pandemia ha fatto emergere il valore del lavoro, l'inutilità degli spostamenti e della cultura dell'ufficio, e l'importanza di sentirsi a proprio agio in tempi di crescente precarietà". Nella foto, una protesta di un rider a Berlino.

E se il fenomeno delle Grandi Dimissioni fosse un mito fugace?

C'è chi sostiene che le Grandi Dimissioni siano un fenomeno fugace e che una volta lasciata alle spalle la pandemia, le persone torneranno ai loro lavori. Soprattutto quando finiranno il denaro risparmiato durante i mesi di chiusura.

 

Meno lavoro, più vita

Ma la pandemia ancora non è finita e la lotta comune contro il virus durerà ancora molto tempo. Forse il fenomeno delle Grandi Dimissioni è dovuto maggiormente dall'esigenza di un nuovo approccio alla vita in generale più che dalla voglia di cambiare lavoro.

Il coronavirus ha cambiato tutto

Dopotutto, il coronavirus ha cambiato il nostro modo di affrontare la vita di tutti i giorni. Risulta davvero così strano che abbia anche cambiato il nostro modo di lavorare?

Gli effetti reali delle Grandi Dimissioni

Si possono incolpare le persone di voler cercare di avere un vita più piena, circondata dai propri affetti? Probabilmente ancora non si sono visti gli effetti reali delle Grandi Dimissioni.

 

 

Más para ti